Hearthstone

Assieme alla rotazione dei set in arrivo con la prossima espansione, Hearthstone introdurrà il nuovo set Principale e i set Base e Classico entreranno a far parte del formato Selvaggio.

ECCO IL SET PRINCIPALE

Dopo la rotazione dei set di quest’anno, il formato Standard includerà i set di carte dell’Anno della Fenice (Ceneri delle Terre Esterne, L’Accademia di Scholomance, Follia alla Fiera di Lunacupa, Mini-set Corse di Lunacupa), la prossima espansione e il nuovo set Principale.

Il set Principale sarà gratis per tutti i giocatori e sostituirà quelli Base e Classico nel formato Standard con una studiata selezione di 235 carte, pensate per fornire una collezione moderna di carte iniziali per tutti i tipi di giocatori e rendere Hearthstone ancora più accessibile ai nuovi giocatori. Alcune delle carte del set Principale faranno ritorno dai set passati, altre saranno dei classici reinventati e ben 29 carte saranno totalmente nuove.

Come accadeva già per il set Base, le carte del set Principale saranno sbloccate salendo di livello con ogni classe e automaticamente conferite ai giocatori in base al livello con i propri eroi quando si connettono per la prima volta dopo la rotazione.

ECCO IL FORMATO CLASSICO

Oltre alla rotazione dei set, verrà introdotto anche il formato Classico! Questo formato invita i giocatori a creare mazzi e competere utilizzando le 240 carte originali di Hearthstone, così com’erano nel 2014, l’anno in cui Hearthstone è stato pubblicato!.

Nel formato Classico il Capitano Cantaguerra può dare Carica ai servitori, Punizione Sacra può infliggere danni anche all’avversario e Leeroy Jenkins costa solo 4 Mana.

I sistemi di ricompense, dei gradi e delle stagioni saranno gli stessi dei formati Standard e Selvaggio e, proprio come per questi formati, quello Classico avrà il proprio matchmaking.

Con la pubblicazione del formato Classico, Hearthstone aumenterà anche il numero di slot per i mazzi da 18 a 27.

Di Giuseppe "Siral" De Luca

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *