Hanna-Barbera porta il personaggio di Scooby sul grande schermo, con l’intenzione di creare un nuovo franchise di rilievo

Dopo l’universo DC e il MonsterVerse, dedicato all’approdo hollywoodiano di mostri quali King Kong, Godzilla e Ghidorah, la Warner Bros decide di mettere in cantiere un altro particolarissimo universo narrativo, quello composto dai personaggi firmata da Hanna-Barbera.

Dopo la morte dei suoi creatori, tutte le loro creazioni sono state acquisite dalla major che, dopo un periodo di stallo, ha deciso di usare il canale dei film di animazione per rilanciarle con grande spessore.

Quello di Scooby! è dunque un caso particolarissimo, specchio dei tempi che stiamo vivendo: con le sale bloccate e le grandi uscite cinematografiche che vengono tutte posticipate, Warner per Scooby! sceglie la distribuzione digitale (e magari ripensare un lancio in sala quando questa terribile emergenza sanitaria sarà volta al termine).

UNA GRANDE AMICIZIA

Per raccontare questa storia, si partirà dunque dalle origini, con il piccolo Shaggy in cerca di amici e il cucciolo Scooby già nel pieno delle sue malefatte, come rubare un prosciutto intero. L’incontro/scontro con Daphne, Velma e Fred costituirà l’inizio di una grande amicizia che darà vita alla Mistery Inc.

Proprio l’incipit di questo film d’animazione è incredibilmente funzionale e accattivante, anche se la promessa rimane vana e rinchiusa in questo quarto d’ora, per poi lasciare andare il resto del minutaggio del film su binaria già testati e anzi, perdendo anche mordente, nascondendo la natura del film a una semplice puntata animata allungata all’inverosimile, non avendo ben chiaro dove il film brillava di luce propria.

Scooby 02

Infatti, nel prologo iniziale dove i protagonisti sono tutti bambini, ci si ammalia davanti il loro primo incontro, consci che quel gruppo diventerà un affiatato gruppo di amici e di investigatori. Poi appena il film comincia a restituire ciò che tutti noi ci aspettiamo – paradossalmente – il racconto perde di mordente e brio.

Scooby! finisce per diventare un semplicistico film d’animazione tendente alla grande avventura attraverso tante e diverse location da esplorare nel mondo.

UNIVERSO CINEMATOGRAFICO DI HANNA-BARBERA

Peculiarità che ben si fa apprezzare è la presenza di altri personaggi firmati da Hanna-Barbera che non sono semplici cameo, bensì hanno ruoli ben definiti, tanto da dare vita – tacitamente – a quello che potremmo definire a tutti gli effetti un universo cinematografico.

Scooby 01

Troveremo infatti il rude Captain Caveman e il villain del film a tutti gli effetti sarà proprio Dick Dastardly. Una scelta peculiare e ben oliata, lasciando dunque la porta aperta non solo a diretti sequel, ma anche alla possibilità di far incontrare sulla strada più personaggi dello storico studio da cui sono nati, questa volta sotto una nuova luce, quella del film d’animazione in CGI e dare vita a un multiverso di storie che, con una cura maggiore e un brio più calzante, potrebbe restituire su schermo (si spera presto anche sul grande schermo) una valida alternativa ai soliti film di supereroi o mostri giganti che si menano di brutto.

7.0 Scooby Dooby Doooo!

Scooby! è un film sicuramente piacevole, capace di unire vecchi e nuovi fan sotto una nuova cupola di rilettura attuale, senza snaturare le origini. Ad un incipit pazzesco, il ritmo si dilata e il film zoppica in più parti, specie nella parte centrale, ma l'idea messa in campo da Warner Bros, quella di creare un universo narrativo, potrebbe rivelarsi un'arma vincente se gestita bene. Fiducia per il prossimo capitolo, qualunque esso sia.

  • 7
  • User Ratings (0 Votes) 0
Share.

About Author

Parlane con Playcorner!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: