Tempi duri per tutti e anche Nintendo America ha dovuto fare fronte all’emergenza COVID-19.

Infatti dopo la chiusura del quartier generale e del Nintendo Store a New York, la compagnia ha dovuto chiudere anche i centri di riparazione a causa delle misure preventive per evitare la diffusione del coronavirus.

Ecco il comunicato ufficiale di NIntendo America: “A causa delle misure preventive messe in atto per il coronavirus COVID-19, ed in accordo con le guide federali e locali, i nostri centri di riparazione sono chiusi fino ad ulteriore notifica. Ci scusiamo per l’inconveniente e apprezziamo la vostra comprensione. Una volta che i nostri servizi di riparazione riprenderano, lavoreremo quanto più in fretta possibile per permettervi di giocare nuovamente. Tenete conto che, durante questa chiusura, i prodotti inviati per la riparazione potrebbero essere restituiti come non processabili. Se il nostro centro di riparazione ha già ricevuto il vostro prodotto, rimarrà nel centro fino a quando i servizi di riparazione non riprenderanno”

Situazione diversa per il Regno Unito dove i centri di riparazione sono ancora operativi, ma potrebbero esserci ovviamente dei ritardi.

Volete un consiglio? Non rompete la vostra Nintendo Switch in questo periodo!

 

About Author

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.

Parlane con Playcorner!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: