Come ben tutti sappiamo Nintendo non è molto “gentile” nei confronti di chi si appropria indebitamente delle sue IP, come dimostrano svariate azioni legali fatte in passato anche nei confronti di progetti assolutamente senza scopo di lucro e l’ennesimo capitolo di questa “neverending story” arriva grazie, o per colpa, di Dreams, l’editor di giochi uscito poco tempo fa su PS4.

Alcuni sviluppatori in erba si sono visti recapitare un messaggio da Sony con cui si comunicava la rimzione del materiale protetto da copyright Nintendo (come i miliardi di cloni/emuli di Mario usciti in questi giorni).

Media Molecule, creatori di Dreams, avevano già però avvisato l’utenza prima del lancio che il materiale sarebbe potuto essere rimosso se andavano a violare i diritti di autore di altre aziende.

Ci dispiace per chi ha speso ore per creare il proprio gioco (e magari facendo anche un ottimo lavoro), ma ignorantia legis non excusat.

Share.

About Author

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.

Parlane con Playcorner!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: