La notte dei Golden Globes di quest’anno si è conclusa tra vittime e vincitori, con una distribuzione delle ambite statuette se vogliamo molto omogenea.

A vincere la statuetta per il Miglior Film Drammatico dell’anno è la pellicola di guerra 1917, diretta da Sam Mendes e avente, come protagonisti, Dean-Charles Chapman e George MacKay, accompagnati da Colin Firth, Pip Carter, Daniel Mays e Andy Apollo. Non dimentichiamoci che il film, a sorpresa sul palco, costa anche il premio come Miglior Regista proprio a Mendes.

La statuetta per il Miglior Film Commedia arriva a Quentin Tarantino per il suo Once Upon a Time…in Hollywood, film che siglerà anche la vincita di Brad Pitt come Miglior Attore non Protagonista, seguito poi dalla vittoria sul campo anche per la Miglior Sceneggiatura, premio che viene consegnato a Tarantino da Margot Robbie.

Insomma, Tarantino con il suo film se ne va a casa con ben tre statuette.

Il premio come Miglior Attrice non Protagonista finisce nelle mani di Laura Dern per Storia di un Matrimonio, film di Noah Baumbach che si era presentato alla nottata con ben sei nomination. In realtà sono un po’ tutte le produzioni Netflix ad uscire senza nemmeno un premio, primo fra tutti il discusso The Irishman, che sembrasse dover tornare a casa vittorioso.

Parlando invece di premi personali, quello come Miglior Attore in un Film Drammatico finisce a Joaquin Phoenix, che continua a far parlare ancora una volta di Joker a fin di bene, mentre Renèe Zellweger vince come Miglior Attrice in un Film Drammatico grazie alla sua interpretazione in Judy, il film che racconta parte della storia di Judy Garland, attrice famosa per il Mago di Oz.

Grazie a Joker, Hildur Guonadottir vince anche il premio per Migliore Colonna Sonora Originale.

I Migliori Attori in una Commedia o Film Musicale sono rispettivamente Taron Egerton, per il biopic su Elton John intitolato Rocketman, e Awkwafina per The Farewell – Una Buona Bugia. Tra l’altro quest’ultima vince alla sua prima nomination ai Golden Globes.

Non dimentichiamoci che Elton John vince anche il premio per la Miglior Canzone Originale, grazie alla sua (I’m Gonna) Love Me Again, canzone presente nel film scritta da Bernie Taupin.

Il riconoscimento per il Miglior Film Straniero va nelle mani di Parasite, della Corea del Sud, mentre invece il Miglior Film d’Animazione viene vinto da Missing Link, diretto da Chris Butler.

 

About Author

Videogiocatore sin dalla tenera età, ha cominciato il suo viaggio dalle console di vecchissima generazione per approdare al PC Gaming più estremo. Fedele sostenitore del retrogaming, ama gli RPG e gli RTS e cerca, allo stesso tempo, di diversificare la sua dieta con generi sempre diversi di videogiochi.

Parlane con Playcorner!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: