Forse staremo esagerando ma probabilmente questo E3 2019 rappresentava l’ultima spiaggia per Microsoft per rilanciarsi e non rimanere definitivamente indietro nella “console war” che ormai sembra essere saldamente in mano a Sony e Nintendo con Playstation e Switch.

Forse per questo motivo, ed anche la contemporanea assenza di Sony all’E3 2019, ha spinto Microsoft ad andare “All-In” con una conferenza di grandissimo spessore, sia a livello hardware che software.

Onestamente, nell’oltre ora e mezza di conferenza, è stata mostrata veramente TANTA roba ed è anche difficile pensare da dove cominciare.

MICROSOFT XBOX SCARLETT

Visto che abbiamo accennato alla “console war” forse questo è il punto d’inizio più corretto. Era nell’aria ma l’E3 2019 ci ha dato la conferma della console Next-Gen di casa Microsoft che al momento ha come nome in codice “Scarlett” (ricordiamo che One X è stata chiamata per lungo tempo Scorpio).

Quando si parla di nuova console è ovvio che le specifiche tecniche sono la prima cosa che saltano all’occhio e allora ci sembra giusto riepilogarle velocemente:

  • Processore Zen 2 customizzato da AMD
  • SSD per abbattere i tempi di caricamento, che svolgerà anche la funzione di Virtual RAM
  • Memoria GDDR6

Il tutto si riassume con una console che, secondo quanto dichiarato da Microsoft, è quattro volte più potente della Xbox One X.

Ma è risaputo che una console, senza giochi al lancio, è poca cosa e quindi è stato annunciato che sarà disponbile fin dall’uscita niente poco di meno che il nuovo capitolo di Halo, chiamato Halo Infinite. Il tutto promesso per il periodo natalizio del 2020.

A questo punto, tra Google Stadia, Progetto Scarlett e l’ascesa nelle vendite inarrestabile di Nintendo Switch, la palla passa a Sony che dovrà reagire in qualche maniera.

PROJECT XCLOUD

Microsoft ha deciso di non stare con le mani in mano ad aspettare i risultati di Google Stadia ed ha annunciato che lancerà il suo nuovo servizio di game streaming ad Ottobre, chiamato Project XCloud. In realtà, a parte il nome e la data, non è stato rivelato un granché, ma è interessante vedere come abbiano deciso di giocare di anticipo uscendo un mese prima del sistema Google.

ELDEN RING

Di questo gioco se ne parla già da qualche giorno perché alle spalle c’è la collaborazione con George R.R. Martin.

Il gioco, prodotto da From Software e pubblicato da Bandai-Namco ha ovviamente molto di Dark Souls al suo interno, anche se avrà molti più elementi RPG di Sekiro, sviluppato più o meno in contemporanea con Elden Ring.

La principale differenza tra Elden Ring e i precedenti titoli della From Software sarà la sua natura Open World, che dovrebbe rendere l’esperienza di gioco molto più interessante, sia a livello narrativo che meramente quantitativo.

ANCHE I DLC SONO IMPORTANTI

Come fare marketing in maniera intelligente? Basta chiamarsi Gearbox Software: come se l’hype per Borderlands 3 non fosse abbastanza, hanno deciso di regalarci un DLC gratuitamente per Borderlands 2, giusto per farci tornare la voglia di giocare al loro titolo.

Oltre a Borderlands 2, anche Forza Horizon 4 avrà un nuovo DLC (13 giugno), un bel crossover con i LEGO, il tutto corredato da quel motivetto infernale che risponde al nome di “Everything is Awesome”, colonna sonora del primo Lego Movie.

IL MMORPG CHE NON TI ASPETTI

Nel vasto mondo dei MMORPG (ancora dominato da World of Warcraft) si affaccia Phantasy Star Online 2, dopo la bellezza di 7 (anzi 8 visto che il titolo è previsto per il 2020) di esclusiva in Giappone. Non sappiamo quanto questo titolo possa avere successo nel mercato occidentale ma il gioco sarà Free to play dalla primavera dell’anno prossimo, quindi provare non costa nulla.

COMPRO, COMPRO TUTTO

La Microsoft sta proseguendo nella sua politica di acquisizione di vari studi, con Double Fine ultimo di una lunga lista. Un altro studio di recente acquisizione, Ninja Theory, ha anche mostrato sul palco il suo nuovo action game chiamato Bleeding Edge che dovrebbe entrare in alpha entro fine mese.

AGE OF EMPIRES 2 DEFINITIVE EDITION

Signori, qui si parla di un titolo storico che non ha bisogno di presentazioni.

Il gioco dovrebbe vedere la luce questo autunno ed oltre ai previsti miglioramenti dal punto di vista grafico, sarà disponibile anche una nuova campagna chiamata “The Last Khans”.

THE OUTER WORLDS

Obsidian, autore di Fallout: New Vegas e South Park: The Stick of Truth ha deciso di usare il palcoscenico di Microsoft per mostrare il trailer del suo ultimo titolo.

Il gioco è un RPG in prima persona ed anche Obsidian fa parte degli studio acquisiti da Microsoft nell’ultimo anno. Abbiamo anche una data di uscita: 25 ottobre e sarà esclusiva Epic Game Store almeno fino al 2020.

GEARS 5 E TERMINATOR

Finalmente arrivano le informazioni che aspettavamo su Gears 5. Prima di tutto la data di uscita: 10 settembre, con possibilità, se si è in possesso di un Game Pass Ultimate, di poterci iniziare a giocare 4 giorni prima.

Nel trailer mostrata la nuova modalità Escape, modalità a 3 giocatori cooperativa dove i giocatori dovranno lavorare insieme per sopravvivere ai nemici provenienti dagli alveari.

Inoltre chi effettuerà il pre-order di Gears 5 avrà anche un pacchetto Termitor: Dark Fate, che conterrà come personaggi giocabili il T800 e Sarah Connor.

BATTLETOADS

Con un colpo di classe ed anche con chili e chili di nostalgia sul palco dell’E3 2019 si sono riviste dopo 25 anni le BattleToads, l’arcade game creato da Rare.

Questo Battletoads 2019 avrà un gameplay cooperativo a 3 giocatori, permettendo così di avere su schermo contemporaneamente Pimple, Rash e Zitz e sarà disponibile dal day one sul servizio Games Pass.

CYBERPUNK 2077

E’ inutile parlare ancora del gioco di CD Projekt Red, visto che su internet è l’unico argomento di discussione da ieri sera (soprattutto a botte di meme), però perché privarci della visione del trailer, ancora una volta?

STAR WARS: JEDI FALLEN ORDER

Vi rimando al pezzo di Simone Rampazzi che ha concentrato le sue attenzioni su questo titolo, che purtroppo sembra ancora non rendere giustizia ad uno dei franchise più importanti della storia del cinema.

CONCLUSIONI

Microsoft doveva andare All-In e l’ha fatto alla grande. Tantissimi titoli presentati ed anche altissima qualità da quello che si è potuto vedere. Onestamente ero uno di quelli che pensava che Microsoft era sull’orlo dell’oblio, invece Phil Spencer e soci mi hanno dimostrato che sono più vivi e battaglieri che mai.

Come risponderà Sony a tutto questo ben di dio?

About Author

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.

Parlane con Playcorner!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: