Era il 1994 quando per la prima volta ho messo mani su una carta di Magic: The Gathering.

Era un Sealed da 60 carte della Prima Edizione italiana (la cosiddetta Bordo Nero) e la mia prima rara fu un Drago di Shivan. Ovviamente per un ragazzino di 14 anni vedere un drago era qualcosa per cui impazzire e ho custodito quella carta gelosamente per anni, fino a quando ho dovuto vendere la mia collezione. Da allora mi sono allontanato dal mondo torneistico di Magic: The Gathering, concedendomi solo qualche torneo con mazzi prestati o qualche evento limited come i prerelease.

Ma come cantava Antonello Venditti in Amici Mai “Certi amori non finiscono fanno giri immensi e poi ritornano” ed eccomi qua, nuovamente nel mondo di Magic, ma questa volta abbandonando la versione fisica per passare a quella digitale con Magic The Gathering Arena (da adesso in poi MTGA)

Il gioco, per chi ancora non lo sapesse, è da circa 1 annetto in Beta (un primo periodo closed, ma ora open per tutti) ed è a tutti gli effetti la risposta di Wizards of the Coast al successo planetario che ha avuto Hearthstone.

Nel giro di questo anno i numeri di MTGA sono in costante aumento (d’altronde essendo il gioco di carte collezionabili più famoso del mondo, ha già una buona base su cui lavorare) e da ieri è disponibile l’81esima espansione di questo gioco, Fedeltà di Ravnica.

MECCANICHE

Per i pochi che non lo sanno Ravnica ha sempre portato con sè le meccaniche di gilda (la combinazione di due colori, amici o opposti che siano) e anche Fedeltà di Ravnica conferma questa tendenza.

Appendice: questa meccanica fa parte della gilda Azorious quindi per carte di colore bianco e blu.  Molte delle carte di questo colore sono istantanei, giocabili quindi in ogni momento, ma la meccanica Appendice ci dà uno stimolo a giocare queste carte nella fase principale del nostro turno (come se fossero stregonerie). In questa maniera l’effetto è solitamente potenziato come si può leggere in Intuizione della Sfinge

Aldilà: questa meccanica fa parte della gilda Orzhov quindi per carte di colore bianco e nero. Una creatura con questa abilità chiave lascerà sul campo un numero di spiriti 1/1 volanti pari al valore di Aldilà stampato sulla carta. Meccanica forse più orientata al limited che al constructed.

Spettacolo: questa meccanica fa parte della gilda Rakdos quindi per carte di colore rosso e nero. Le carte con questa abilità (possono essere sia creature che stregonerie) hanno un costo di lancio alternativo, utilizzabile solo se il nostro avversario ha perso punti vita in questo turno. Solitamente questo costo alternativo è minore di quello normale, ma nel caso del Dissoluto di Rix Maadi, il costo è maggiore ma prevede anche un effetto alternativo (e più potente).

Tumulto: questa meccanica fa parte della gilda Gruul quindi per carte di colore rosso e verde. Le creature con questa abilità hanno una duplice opzione quando entrano in gioco: guadagnare rapidità o prendere un segnalino +1/+1. Solitamente le creature con questa abilità hanno un costo di lancio maggiorato rispetto ad altre con forza, costituzione e abilità similari, ma quando interviene il Planeswalker Domri allora le cose si fanno interessanti. Chi ha paura del Tiranno della Carneficina di turno 4 con rapidità? Terra Elfo di Llanowar, terra Spezzamagia Gruul, terra Domri, terra Tiranno. Da giocatore di controllo ho già gli incubi (anche se una mano del genere neanche se imparo a mischiare come i prestigiatori riesco ad averla)

Adattamento: questa meccanica fa parte della gilda Simic quindi per carte di colore verde e  blu. Le creature con questa abilità, quando attivata, se non hanno già altri segnalini su di esse guadagnano un numero di segnalini +1/+1 pari al valore di adattamento. Anche qui, come per Aldilà, la vedo più come meccanica da limited che da constructed, dove gli spot e mass removal abbondano, anche se alcune carte potranno trovare il loro utilizzo anche in standard.

A livello di gameplay per MTGA  la cosa più interessante di questa espansione è la contemporanea presenza di un sistema antiduplicato che è stato uno degli oggetti di discussione degli ultimi mesi della comunità. Infatti, prima dell’arrivo di Fedeltà di Ravnica, quando sbustavamo una carta rara o mitica che avevamo già in 4 copie, questa andava semplicemente “persa” (a parte aumentare il valore del Vault).

Con questo nuovo sistema le cose migliorano sensibilmente. Se apriamo una fatidica quinta copia di una carta rara o mitica, il sistema proporrà una carta a caso non presente nella nostra collezione, ma nel caso avessimo già tutte le copie delle carte rare o mitiche dell’espansione, la carta verrà trasformata in 20 gemme nel caso di una rara e 40 gemme nel caso di una mitica (anche se avrei fatto un rapporto diverso tipo 20-60 se non addirittura 20-80). Ovviamente il sistema ricorda molto da vicino il disincantare presente in Hearthstone.

Per quanto riguarda invece le copie draftate durante i sealed e draft il sistema ci permette di prendere una carta che abbiamo già in 4 copie in collezione e giocarla senza problemi, per poi provvedere all’eventuale conversione a fine evento.

Era previsto anche l’arrivo delle partite Ranked BO3 (Best of Three), ma questa feature sarà disponibile solo da fine mese (con la fine della pre-stagione 1).

La patch di Fedeltà di Ravnica ha portato anche qualche bug fix per MTGA e ricordatevi che se inserite il codice PlayAllegiance riceverete 3 bustine in omaggio.

Prossimamente, non appena sarà superato il periodo di assestamento, vedremo quali sono i cambiamenti del metagame e quali saranno i mazzi da battere.

About Author

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.

Parlane con Playcorner!