Il Blitz di Marvel Strike Force è una delle modalità di gioco sicuramente più interessanti di questo titolo mobile, ma anche una delle più difficili da padroneggiare.

Visto che il personaggio del Blitz attuale è Occhio di Falco, che ho già quasi portato a 7 stelle, ho deciso di fare le cose con calma e preparare un “piccolo” video che mostra la mia routine per il primo giro di Blitz, il più lungo e noioso, ma non per questo meno importante, visto che lo scopo è quello di arrivare quanto prima al moltiplicatore massimo 4x (fight 8.3) per avere il massimo punteggio possibile dalle nostre squadre e solo a tier bassi è possibile usare tutti i nostri team.

Per chi non ha il tempo o la volontà di vedere tutto il video (a cui aggiungerò un commento vocale nei prossimi giorni), riassumo alcune delle tecniche principali per poter costruire un insieme di squadre che possa permetterci di vincere in maniera abbastanza facile i fight ai tier più bassi (i tier più alti richiedono composizioni molto specifiche che potremmo esaminare prossimamente in un altro articolo).

  1. Non livellate le abilità di nessun pg che non dovrete usare in Arena o Raid.
    Il motivo è semplice: alzare gear o il livello del personaggio influisce direttamente sulle stats, mentre le abilità solitamente sono dei moltiplicatori per i danni inflitti (o cure, a parte qualche abilità di supporto). Il problema che alzare semplicemente livello o gear aumenta di poco il combat power totale del personaggio, mentre livellando le abilità il CP schizza alle stelle. Risultato: incontreremo gente con statistiche pari o superiori alle nostre, andando in difficoltà.
  2. E’ consigliato mantenere personaggi con livelli e tier di gear simili nello stesso team.
    Se si costruisce un team con un personaggio overlivellato (basta anche solo un 60 senza le abilità al massimo, insieme a dei personaggi di livello 40) succede questo: il livello medio del team avversario sarà più alto per 4 personaggi su 5 e mentre il nostro eroe di livello 60 non sarà in grado da solo di sconfiggere i 5 membri della squadra avversaria (a meno di combinazioni particolari), il team avversario farà a fette i nostri personaggi più piccoli per poi dedicarsi al personaggio overlivellato.
    A volte è anche importante sapere quali abilità livellare e quali no: esempio classico è la seconda abilità di Yondu che crea dei Ravager che fanno più danno, ma visto che il fight dove è presente Mary Poppins di solito non dura più di due turni (in cui usa l’abilità base e l’ultimate), diventa superfluo livellarlo.
    Ovviamente alcune combinazioni sono possibili tipo usando 2 personaggi di livello 50 con gear livello 8/9 insieme a 3 personaggi di livello 1, ma purtroppo ho tutti i personaggi minimo al livello 30 che non permettono più questo tipo di strategia.
  3. Sinergie: ora che è più facile avere un’idea delle sinergie attive con l’ultima patch, è importante studiare chi funziona bene e con chi.
    Ci sono delle sinergie molto palesi come i famosi team Avengers, Tech Team con Visione o il  Team Shield, ma altre sono più difficili da mettere insieme (basti pensare ai team con Ms. Marvel che richiedono Eroi Attaccabrighe al suo seguito).
    Dovendo anche rispettare la regola numero 2, bisogna trovare sempre il miglior compromesso possibile nella costruzione dei team.
  4. Provare e sbagliare: onestamente non sono arrivato alla composizione di 15 team come quelli mostrati nel video che vincono i primi 15 fight dall’oggi al domani.
    Complice anche errori nel passato (sono uno di quelli che ad inizio gioco si è fatto prendere dalla frenesia e ha livellato tutto quello che gli capitava sotto mano), mi sono ritrovato a dover studiare con calma tutte le composizioni. Inoltre l’arrivo di un nuovo personaggio nel roster mi creava sempre scompiglio, motivo per il quale quando sbloccherò Venom lo lascerò a livello 1 fino a quando non mi sarà strettamente necessario usarlo e così sarà anche per i nuovi arrivati fino a quando non posso inserirne 5 insieme per creare un nuovo team.
  5. Punti di forza e debolezza: va bene conoscere le strategie, sapere quali abilità livellare e quali no, ma la cosa più importante è sapere cosa può o non può fare un determinato team e saper scegliere i nostri avversari in Blitz di conseguenza.
    Esempio più palese è quello dato da uno dei miei top team (che uso anche in Arena) composto da Crossbones, Kingpin, Dr. Strange, Yondu e Thanos.

    La tattica di gioco è semplice, potenziare Crossbones con l’ultimate di Kingpin ed esplodere al secondo turno, ma fondamentale perché questa tattica risulti vincente è l’utilizzo di Strange per trasformare i buff difensivi avversari in debuff.
    Per questo motivo con questo team posso affrontare solo squadre che abbiano al loro interno Kingpin, Capitan America o Luke Cage, in maniera tale da sfruttare le loro abilità a mio vantaggio, evitando come la peste team con personaggi superveloci che possano uccidermi Strange prima che Thanos attivi il suo taunt.
  6. Sapere quali fight potete fare in autofight e quali no.
    Alcuni personaggi funzionano benissimo lasciati all’AI mentre altri diventano stupidi e fanno cose inutili (tipo Crossbones che esce dallo stealth della Hand Sentry). Come potete vedere nel video il team Kree, a parte il target iniziale combatte tutto in autofight (e lo faccio anche a tier 8 senza problemi) mentre un team come quello dei Villains ha bisogno che ci sia il giocatore dietro a comandare le mosse.
  7. Non impazzite per arrivare a 1,5 milioni di punteggio sprecando ticket o altro.
    Attualmente per arrivare nella top 10% è necessario fare, tranne che per i Blitz del lunedì con in premio gli orb, circa 800 mila punti (cifra destinata a crescere nel tempo).
    Per raggiungere lo step successivo servono oltre i 2 milioni (anche questa cifra destinata a crescere nel tempo, ma in maniera più veloce della soglia del 10%).
    Se avete in testa di raggiungere la top 1500 (posizioni più in alto sono possibili in shard Blitz più recenti o se siete delle Whales) bisogna farsi un paio di calcoli.
    Considerando che volete dedicare 3 giorni pieni al Blitz in corso dovete prima di tutto trovare il tempo di loggare ogni 2 ore.
    Se nelle prime due tornate il processo sarà più lungo perché userete più squadre, una volta raggiunto il fatidico 8.3 (io ci riesco con 3 giri), solitamente si usano 2/3 squadre per ottimizzare il tempo con i punti acquisiti. L’ideale è avere 3 squadre che forniscano ogni 2 ore almeno 100k  con 3 vittorie.
    Facendo un rapido calcolo, riuscendo a giocare 8 volte (la notte vogliamo dormire), si possono fare 800k ogni giorno (in realtà il primo giorno sono un po’ di meno) e raggiungere quindi quota 2,4 milioni.
    A questo si possono aggiungere l’utilizzo di alcuni ticket Blitz che possono aiutarci a tenere questo ritmo. Considerando che ogni giorni riceviamo 100 ticket gratuitamente e nel corso di un blitz solitamente ricevete 270 dalla challenge (se avete sbloccato il tier 9), potete gestire 500 ticket che avrete precedentemente conservate e altri 570 da usare in itinere.
    Il consiglio è, supponendo di avere le 3 squadre sopra menzionate, fare i 3 refresh da 25 per ognuna di esse (225 ticket al giorno) per un totale di 675 nei 3 giorni del Blitz.
    Gli altri 200 possono essere 4 fight con il team più forte che avete. In questa maniera potete raggiungere anche i 3 milioni oppure rinunciare a qualche refresh ogni due ore e dedicare meno tempo a MSF.

Se l’articolo vi è piaciuto condividetelo con i vostri amici di MSF e mettete un like alla nostra pagina su Facebook! 

About Author

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.

Parlane con Playcorner!