Per chi mi conosce sa benissimo che mi sono infognato con un giochino per cellulare chiamato Marvel Strike Force.

Sviluppato dalla Foxnext Games (divisione della Fox dedicata ai giochi digitali), questo gioco è solo l’ultimo di una folta schiera di titoli dedicati all’universo Marvel presenti sul mercato mobile.

Quello che mi affascina di Marvel Strike Force è, a parte la licenza Marvel alla base, la meccanica RPG a turni come i giochi di un tempo, a cui sono molto affezionato.

Oltre i combattimenti, che a prima vista possono sembrare facili e banali, ma che con l’avanzare del gioco diventa sempre più complessi e strategici, anche il sistema di upgrade dei personaggi è molto interessante (considerando sempre che stiamo parlando di un titolo per il mercato mobile).

Una delle modalità più interessanti e su cui si passa più tempo è sicuramente il Blitz Mode, che andremo un po’ ad analizzare insieme.

LE BASI DEL BLITZ MODE

Il Blitz Mode è una modalità PvP (Player vs Player) dove si accumulano punti combattendo contro team di diversa forza che possono essere di altri giocatori oppure che il gioco crea ad hoc (riconoscibili dal fatto che il nome dell’avversario sarà “Commander” seguito da alcune cifre).

Ci sono 3 tipi di reward:

  1. Ad ogni vittoria
  2. Ad ogni traguardo raggiunto
  3. Alla fine della “sessione” di Blitz, dove verremmo ricompensati a seconda del nostro piazzamento finale.

I punti che accumuleremo dipendono dalla forza del team nemico e dal moltiplicatore attivo (aumentabile fino al 4x al tier 8, con una serie di vittorie di fila).

Considerate che personalmente ho una squadra con Combat Power di circa 70mila e nel tier massimo i fight mi assegnano circa 17-18 mila punti a vittoria, mentre per i giocatori ancora più avanzati (intorno ai 100 mila o più) possono arrivare anche a ricevere 40 mila punti a vittoria.

Tenete a mente questo dato perchè sarà importante per qualcosa che vi dirò in seguito.

Ovviamente quanto più è forte il nostro team con cui affronteremo il combattimento, tanto più forte sarà quello avversario.

Nei primi tier solitamente la nostra squadra sarà più forte di quella avversaria o al massimo avranno potenza similare. Negli ultimi due tier invece avremo sempre dei combattimenti in cui dovremo cedere anche 10-12 mila punti di Combat Power alla squadra avversaria (e qui strategia e composizione del team fanno tantissimo).

LE RICOMPENSE DEL BLITZ MODE

Perchè il Blitz Mode di Marvel Strike Force è così importante da dedicarci un articolo?

Semplice: è la modalità dove si acquisiscono il maggior numero di shard dei personaggi e tutti noi sappiamo che il principale motivo per cui giochiamo a questo tipo di giochi è quella di fare i collezionisti di “figurine”.

Abbiamo 3 Blitz a settimana: 1 per i globi, che dura 24 ore, e 2 per i personaggi, da 72 ore l’uno.

Questo significa che ci sono 3 ladder da scalare a settimana, con ben 36 possibili traguardi da raggiungere e ovviamente bonus da ricevere.

Uno dei motivi per cui molta gente lascia Marvel Strike Force (e altri giochi simili a questo) è la sensazione di frustrazione nelle prime fasi di gioco (e per prime fasi intendo anche il primo mese intero).

All’inizio avremo a disposizione pochi personaggi e soprattutto molto deboli. Una volta selezionata una squadra ed entrato in un fight si attiva un counter su quei 5 personaggi usati. Per effettuare nuovamente un combattimento con quella stessa squadra dobbiamo pagare 5 ticket Blitz per ogni personaggio, il che significa che dobbiamo spendere 25 ticket (o meno se cambiamo qualcuno del team e mettiamo qualcuno che non ha ancora effettuato combattimenti). Dopo qualche fight con lo stesso team, il counter sale a 10 ticket a personaggio e così via.

Considerando che il limite massimo di ticket è 500 e con le missioni giornaliere ne recuperiamo 100, capite benissimo che avere un roster molto ampio è indispensabile per poter effettuare quanti più combattimenti possibili.

Ovviamente non è solo importante avere un roster ampio, ma anche ben bilanciato nei vari team perché in caso contrario andiamo solo a cozzare contro avversari che possono sembrare a prima vista imbattibili.

Vi posso assicurare che usare un personaggio con Combat Power 5000 e il resto del team che si aggira intorno ai 3000, fa tutta la differenza del mondo rispetto ad un team composto tutto da personaggi intorno al 4000.

Primo consiglio che vi posso dare: non vi fate prendere dal panico, il Blitz Mode è la modalità sicuramente più impegnativa del gioco e non vi dovete far prendere dalla smania di voler competere fin dal day one in cui create l’account. Andate con calma e tutto verrà al tempo debito.

I RANK DEL BLITZ

Allo stato attuale del gioco, i reward per il Blitz sono a base percentuale. Chiunque, indipendentemente dal suo piazzamento, riceverà qualcosa a fine della “season” in corso.

In molti, ora come ora, impazziscono per raggiungere la Top500 che permette di ricevere i premi migliori (senza parlare dei rank superiori).

Oltretutto, i personaggi presenti nei Blitz sono di due categorie diverse: i premium, dove solo i Top500 ricevono direttamente shard per sbloccarli, e i farmabili, dove tutti, indipendentemente dal piazzamento, riceviamo un certo numero di shard, visto che comunque quei personaggi sarebbero acquisibili anche in altre modalità di Marvel Strike Force (come la campagna o l’arena).

Raggiungere quell’agognata 499esima posizione sarà quindi un cruccio per la maggior parte dei giocatori.

E qui che nasce uno dei grandi problemi di Marvel Strike Force: la forbice tra le whale (i giocatori che spendono soldi reali e molto più tempo nel gioco) e i casual players.

La modalità Blitz sembra accentuare questo aspetto del gioco: “I ricchi diventano più ricchi, i poveri rimangono sempre più poveri”.

D’altronde spendendo soldi per avere più ricariche da consumare per raggiungere la vetta permette loro di avere personaggi che noi non vedremo per molto tempo e quindi creare un gap che a prima vista sembra incolmabile.

Per quanto possa sembrare ingiusta la cosa, mettiamola in un’altra prospettiva.

Le whale sono necessarie. La loro smania di primeggiare e spendere soldi permette al resto dei giocatori di godersi il gioco in maniera completamente F2P. Se non esistessero le whale, il gioco dopo poco tempo andrebbe in perdita e sarebbe destinato a chiudere in breve tempo (pensate che LoL senza i milioni di giocatori che spendono soldi in skin sarebbe ancora gratuito?).

La scelta è semplice: volete una cosa subito? Pagate. Non volete pagare? Siate pazienti e aspettate, tanto prima o poi, in qualche maniera, tutto sarà disponibile a tutti.

CONSIGLI PER IL BLITZ

Partiamo da una premessa: non sono un giocatore il cui obiettivo (come penso sia ben chiaro dall’articolo) è entrare nei Top500 a tutti i costi.

Questo non significa che non voglio ottimizzare le risorse che sono a mia disposizione.

Le meccaniche del Blitz Mode dovrebbero ormai esservi chiare, soprattutto quanto riguarda il consumo dei ticket Blitz per refreshare gli incontri, il moltiplicatore di punteggio e la differenza di Combat Power con gli avversari.

Costruitevi un team principale. Questo è uno degli aspetti fondamentali di Marvel Strike Force: avere un team principale ben studiato (e potenziato) vi permetterà di eccellere anche in altre modalità come in Arena, Assalto e anche in Campagna (soprattutto in quella Nexus).

Presupponendo che non siate dei Beta (e quindi aver avuto accesso facilitato a personaggi come Vedova Nera o Rocket Racoon), ma giocatori di nuovo “pelo” uno dei team più facilmente assemblabili da questo punto di vista, con tutto materiale non Premium è, a mio avviso il seguente:

  1. Wolverine: ottenibile facendo le missioni giornaliere, è un ottimo personaggio per eliminare bersagli singoli, buona resistenza grazie alla cura passiva e soprattutto upgradarlo ai tier più alti di equipaggiamento è più economico di altri personaggi.
  2. Crossbones: è uno dei primi personaggi che sbloccherete, l’importante è non credere che sia un tank puro anche se ha abilità da tank come la seconda. Il suo scopo è quello di esplodere il prima possibile per fare sfraceli nella squadra avversaria. Ha un calo di potenza nei tier di equipaggiamento intermedi, ma una volta raggiunto il tier 8 o 9 ritorna ad essere una bomba. Focalizzarsi ovviamente sul potenziamento della terza abilità e della prima. Anche la passiva non è male, visto che gli permette di avere più vita per resistere agli attacchi prima di esplodere.
  3. Luke Cage: in molti storceranno gli occhi di fronte a questa scelta dicendo che sarebbe preferibile Drax. In un certo senso avete ragione ma la scelta di uno di questi due tank è dovuta al fatto che nel quinto slot preferisco avere Quake e visto che sia lei che Drax sono acquisibili via Ticket Arena, ho scelto di rinunciare a lui. Luke Cage è facilmente upgradabile tramite Ticket Assalto. Se invece siete riusciti in qualche maniera a sbloccare Capitan America scegliete lui, ma non buttate via Luke Cage, vi servirà successivamente! Non consiglio Thanos perchè l’evento è al termine e difficilmente sarà possibile upgradarlo oltre le 4 stelle nel breve periodo.
  4. Yondu: allo stato attuale delle cose Yondu è per me uno dei 3 personaggi più forti presenti nel gioco. Dispella su single target, summona minion che possono aumentare l’output di danno o dare qualche piccola cura e soprattutto ha un Attacco ad Area che fa veramente male anche contro i corazzati grazie alla perforazione. Farmabile sin dalla prima campagna Eroi per soli 60 energy al giorno. Inoltre è un criminale, utile per la campagna dedicata.
  5. Quake: come vi ho spiegato ho dovuto fare una scelta se prendere Drax come tank o Quake come Support tramite i Ticket Arena per una squadra F2P. La scelta è ricaduta su di lei per svariati motivi tra cui rallentamento ad area con la prima abilità (da imparare ad usare sapientemente), Dispel anche su più personaggi con la seconda abilità ma la cosa più importante è ovviamente la sua terza abilità che oltre a fare tantissimi danni, applica Offense Down, depotenziando tantissimo i team avversari (vi posso assicurare che quando sono presenti Offense Down e Defense Up insieme, vedere il team avversario farvi il solletico è divertente)

Focalizzate nel primo periodo di gioco tutte le vostre risorse su questo team, il che significa aumentare le abilità dei personaggi con i materiali ottenuti dagli assalti di alleanza, migliorare l’equipaggiamento il più possibile (tier 7 è il minimo per iniziare ad essere considerati decenti) e soprattutto, evitate di livellare i personaggi se non strettamente richiesto dagli upgrade.

Il motivo è semplice: dare +1 livello ad un personaggio fornisce un boost minimo al costo di un sacco di gold che possono essere invece usati per comprare il gear dal negozio. I boost del gear e delle abilità è di gran lunga superiore a quello dei livelli, quindi se non strettamente necessario NON LIVELLATE I VOSTRI PG.

Nel costruire questo team sicuramente nel tempo avrete sbloccato anche altri personaggi. Se non li utilizzate per campagna o assalti (tipo gli healer) il mio consiglio è di lasciarli o al livello 1 (equipaggiandoli con il gear disponibile, solitamente si possono dare 2 o 3 pezzi fin da subito a costo zero) oppure portarli al livello 25 in maniera tale da poter usare i materiali abilità di livello 1 (i triangoli verdi per capirci) sulle abilità (solitamente se giocate in un alleanza attiva, ne avrete a centinaia se non a migliaia).

Da questi personaggi secondari dobbiamo costruire squadre secondarie che ci serviranno per far salire il moltiplicatore del Blitz Mode.

Cercate di fare squadre secondarie bilanciate (meglio 5 personaggi da 1000 l’uno che uno da 4000 e 4 da 250), come vi ho già consigliato in precedenza, e studiate le sinergie fra di essi.

Ecco un bel team Defender in azione. Netflix produrrà una serie TV sul mio Blitz Mode!

Per esempio un ottimo team secondario (presupponendo che abbiate un altro tank da mettere nel team principale) è quello composto dai Defender: Luke Cage, Jessica Jones, Iron Fist e Daredevil, a cui potete aggiungere come quinto membro l’Infermiera di Notte (solitamente la si usa per gli assalti, ma in questo team ha il suo perchè anche in Blitz) oppure il Punitore che con la sua passiva fornisce un bel boost al danno a tutti i personaggi con il tag Città (e indovina, indovinello, tutti i Defender lo hanno).

Altri team interessanti sono quello composto da Bullseye e 4 minion mercenari (boost della passiva di Bullseye), un team full blaster di minion con la Sentinella della Mano (applica stealth a tutta la squadra tranne che a lei, in maniera tale da poter usare i blaster al massimo senza paura di perderli al primo turno per la difesa bassissima che hanno).

La bellezza di Marvel Strike Force sta anche in questo frangente ossia la possibilità di sperimentare e creare nuove squadre con diverse sinergie.

Una volta che avrete il vostro team principale pronto e almeno 3 squadre secondarie (quindi un roster di almeno 20 personaggi), potete iniziare a prendere il Blitz Mode in modo più serio.

I primi tier del moltiplicatore, come vi ho già spiegato sono i più facili.

Teoricamente si può tranquillamente arrivare al tier 4 senza usare il team principale.

Affrontate i primi 3 combattimenti di ogni tier con una delle squadre secondarie, la vittoria dovrebbe arrivare in maniera molto semplice. L’unica accortezza è quella di evitare team avversari con personaggi particolari come Capitan America o Vedova Nera.

Se avete seguito il mio consiglio di lasciare i personaggi dei team secondari al livello 1, dovreste quasi sempre incontrare team avversari composti solo da minion. La differenza di Combat Power sarà tale che sarà possibile anche mettere l’autobattle in queste battaglie.

Al quarto combattimento di ogni tier, ossia quello che si fa per salire di grado nel moltiplicatore, solitamente abbiamo uno scontro più duro. Vi consiglio di usare SEMPRE il team principale per fare questo fight, in maniera tale da non rischiare di perdere e resettare il moltiplicatore.

Ogni 6 ore avrete la possibilità di salire di un grado e quindi nel primo giorno arrivare già al tier 4.

A questo punto le cose si fanno un pelino più difficili: i team avversari fin dal primo combattimento iniziano ad avere Combat Power pari al vostro o superiore. Si inizia ad abbandonare i team secondari lasciando magari solo quello che avete sviluppato di più dopo il principale (tipo quello di Defender di cui vi parlavo prima).

A questo punto si iniziano ad usare i ticket Blitz. Per fare combattimenti aggiuntivi a questo punto dovrebbe costarvi 25 ticket. Effettuate i primi due con il team secondario più forte che avete (50 ticket) e gli ultimi due fight con quello principale (altri 50 ticket).

A questo punto dovreste aver raggiunto il tier 5 e la giornata dovrebbe essere finita. Il counter sui personaggi si resetta ed inizierete ad usare solo il team principale 8 volte al giorno, 4 gratuite e 4 a “pagamento” (per i soliti 5 ticket giornalieri).

Se la vostra win streak continua senza sosta siete ormai al rank 7 e da qui in poi è possibile che ne vinciate una e ne perdiate una anche con il team principale.

Nei tier più alti è importante evitare determinati personaggi, primo fra tutti Vedova Nera (è forse, ad oggi, l’unico personaggio veramente sbilanciato del gioco).

Durante i giorni del Blitz Mode dovreste anche avere una sfida che vi fornisce ticket Blitz. Fatevi un conto di quanti ne potete guadagnare (ad esempio io riesco a completare quella da 70) e spendete tanti ticket in maniera tale da non sforare i 500 di tetto massimo.

L’ultimo giorno datevi alla pazza gioia e spendete tutti i ticket che vi servono per raggiungere il traguardo di Blitz massimo a cui potete arrivare e fermatevi. Meglio conservare un po’ di risorse per il Blitz successivo che ritrovarsi completamente a zero.

Questo processo si facilita quando espanderete il vostro roster e avrete più team a vostra disposizione (e soprattutto avrete team secondari molto forti).

L’IMPORTANZA DI ESSERE UN F2P

Avete appena iniziato a giocare a Marvel Strike Force. Il vostro roster piange, il vostro miglior team sfiora i 15k di potenza e la potenza totale raccolta supera di poco i 25k. Dovete disperarvi? Assolutamente no.

Tutti ci siamo passati e tanti altri ci passeranno.

Ma come fare a competere allora in questo mondo “crudele” dove le whale primeggiano?

  1. Continuate a giocare. Sembra ovvio, ma è la cosa più semplice da fare. Se volete colmare il gap che vi separa dai miglior in poco tempo sappiate che dovrete pagare, ma se invece prendete il gioco con calma, prima o poi raggiungerete le vette delle ladder. In parte perché molti giocatori dopo un po’ di tempo lasciano il gioco e quindi le loro posizioni in Arena e Blitz si libereranno.
  2. Ad oggi vi è un limite massimo a cui un giocatore può aspirare di arrivare con la potenza della sua squadra e quel limite è il livello 60, con equipaggiamento di livello 11 e abilità rispettivamente a livello 7-7-7-5 (anzi non è neanche corretto, visto che alcune di queste cose richiedono il livello 65 che ad oggi non è stato ancora sbloccato). Comunque è abbastanza palese il concetto: esiste un tetto massimo oltre il quale nessuno, neanche la più grasse delle whale può andare. Solo che loro ci arriveranno prima di noi, quindi abbiate solo pazienza e costanza.
  3. Per quanto possa sembrare una competizione multiplayer, il giocatore di Marvel Strike Force deve focalizzarsi sul suo gioco e non su quello che vede dagli altri giocatori. Certo, sfottersi con l’amico perchè noi abbiamo ricevuto l’evento di Rocket Racoon e lui no è sempre divertente, ma è inutile farsi venire il sangue amaro. Come ho spiegato, con il tempo, tutto sarà disponibile a tutti. Anche se alcuni personaggi Premium (ad esempio la Vedova Nera, come già più volte ripetuto) possono sembrare completamente fuori scala, ci sono tantissimi personaggi F2P fortissimi da reclutare.
  4. Non vi preoccupate dei vostri piazzamenti in Arena e Blitz. Giocando con costanza, pian piano i progressi saranno visibili anche in queste due modalità. Trovatevi una buona alleanza che vi faccia fare tanti materiali per le abilità, farmate i nodi per potenziare i vostri team in maniera intelligente (sperimentate anche un po’, vi posso assicurare è divertente cercare le combinazioni migliori di sinergie fra i personaggi). L’unico consiglio che vi posso dare è quello di non usare i vostri gold per livellare i personaggi a caso. Livellateli solo quando il prossimo livello di abilità o di gear ve lo richiede, risparmierete così tantissimi soldi, tanto il boost di stats tra un livello e l’altro è veramente ridicolo.

Ve l’ho già detto che Vedova Nera è molto forte?

 

RUSHARE IL BLITZ NON SERVE

E torniamo al titolo del post.

Sicuramente molti di voi avranno amici o conoscenti che hanno speso un quantitativo di nuclei di energia per refreshare i combattimenti e raggiungere la fatidica Top500 per uno dei personaggi Premium.

Ognuno fa quel che vuole con i propri nuclei (e soldi), ma probabilmente è un errore.

Per quanto sia frustrante vedere gli altri giocatori ricevere 100 shard di un personaggio Premium, l’uso di nuclei per raggiungere questo obiettivo “una tantum” è deleterio.

In primis perché, senza usare soldi reali, sarà possibile farlo 2 o 3 volte in tutta la nostra “carriera” di agente in Marvel Strike Force. Consumeremo una delle risorse più rare del gioco per raggiungere un obiettivo sporadico, visto che sicuramente, senza l’uso di quei nuclei, non saremmo mai stati in grado di raggiungere quel posizionamento. Praticamente ci siamo dopati per vincere una corsa e rischiamo di rimanere indietro per il resto della nostra carriera.

Inoltre, con il tempo, probabilmente i personaggi che oggi sono Premium (come Dr. Strange, Black Panther, Vedova Nera) potrebbero diventare farmabili in modalità Campagna o in una rotazione come reward con i ticket Arena, Blitz o Assalto.

Come sempre si torna sul discorso della voglia del giocatore di avere “Tutto e subito” o essere semplicemente pazienti.

Se non potete fare a meno di spendere tutto il vostro tesoretto di nuclei per avere fin da subito Squirrel Girl (probabilmente sarei il primo a capitolare se facessero uscire Doreen), nessuno vi impedisce di farlo.

Ma vogliamo fare qualche calcolo a supporto della tesi dello “spreco”?

  1. Un giocatore investe 4000 nuclei per avere 115 shard di Dr. Strange, circa 5000 ticket Blitz e frammenti per aprire due globi Blitz, che significa circa 60 shard, per un totale di circa 175 shard.
  2. Con quei 4000 nuclei avrebbe potuto comprare Globi Premium (circa 9) che garantiscono un minimo di 135 shard, a cui dobbiamo aggiungere il piazzamento nella ladder del Blitz (ipotizzo un 1-10%, visto che per puntare comunque alla Top500 una buona base ci deve essere) che signifca 4 globi, per altre 60 shard garantite. Quindi 195 shard contro 175 (anche se ovviamente sono randomiche e non specifiche). Ovviamente queste shard potrebbero essere anche molte di più con qualche botta di fortuna (tipo un 50x).
  3. Come tutti consigliano, il miglior modo di spendere i nuclei è quello di fare i 3 refresh di energy giornalieri da 50 nuclei. Se avessimo voluto investire quei 4000 nuclei in refresh da 100, ne avremmo potuti fare ben 40 (circa 2 settimane), che si traducono in 4800 energy da spendere dove si vuole. Secondo una piccola statistica, il drop rate dei nodi con shard è circa del 30% quindi con 4800 energy si potrebbero racimolare circa 120 shard di personaggi a nostra scelta, a cui bisogna aggiungere 4800 px (inutili però se, come me, siete già al livello 60) ma almeno 500mila gold, che come ben sapete, è una valuta di cui si ha sempre bisogno, oltre a qualche materiale sporadico per il gear. Oltretutto farmare i nodi dei personaggi non vi impedisce di partecipare e qualificarvi nel Blitz in quel fatidico 10%.

Praticamente usare 4000 nuclei in questa maniera può significare perdere 12 giorni di progress nei nodi farmabili in modalità Campagna, al costo di un personaggio che chissà per quanto tempo terrete fermo a 3 stelle, senza possibilità di miglioramento.

MA ALLA SCIMMIA NON SI COMANDA

Tutto quello che vi ho detto ha una discriminante fondamentale: se amate alla follia un personaggio la logicità si va a far benedire e chi se ne frega di spendere “male” i nostri nuclei.

D’altronde Marvel Strike Force è solo un giochino per cellulare che serve a passare il tempo e se il vostro obiettivo è quello di avere un determinato personaggio rispetto ad altri, allora investite i vostri nuclei come meglio volete.

Il progresso come giocatore F2P è come una maratona: sprintare per raggiungere le prime posizioni finirà solo per sfinirvi e farvi del male, ma mantenendo un’andatura costante imparerete con il tempo quando potrete spingere quel pochino di più e raggiungere traguardi più importanti.

 

 

 

 

About Author

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.

Parlane con Playcorner!