Da pochi giorni mamma Blizzard ha annunciato la nuova imminente espansione per Hearthstone, il suo celebre gioco di carte collezionabili: prepariamoci ad addentrarci nei meandri di Boscotetro!

 

COMINCIAMO DAL PRINCIPIO

Boscotetro (in originale Witchwood) sarà la prima espansione di questo 2018 per Hearthstone e, con essa, daremo il benvenuto anche al nuovo anno hearthstoniano, questa volta sotto il segno del corvo (n.d.r. ogni anno di Hearthstone è dedicato ad uno dei 12 segni dello zodiaco di Azeroth, il regno sul quale si svolgono le vicende di World of Warcraft).

Questa volta i ragazzi di Reddit (se non sapete cos’è Reddit nel 2018 siete Amish oppure avete vissuto una rivisitazione di Into the Wild) ci hanno preso solo parzialmente con i loro spoiler: per molti l’ambientazione di questa nuova espansione avrebbe dovuto essere il Sogno di Smeraldo (la dimensione parallela presente nel mondo di Azeroth affidata dai Titani alle cure della nostra amatissima Ysera); per altri, quelli che ci sono andati più vicini, Boscovespro (in originale Duskwood), ameno luogo di villeggiatura nei pressi di Borgoscuro, cittadina a sua volta facente riferimento alla ridente Gilneas, la patria di Genn Greymane (peraltro una delle prime carte spoilerate della nuova espansione) e dei Worgen, gli uomini/elfi lupo facenti parte della fazione dell’Alleanza di World of Warcraft.

Se ve lo state chiedendo sì, i Worgen saranno tra i grandi protagonisti dell’espansione. E quindi ricapitolando:

  • Abbiamo un bosco maledetto (tenetelo a mente, ci torneremo dopo);
  • Una ridente cittadina popolata da gente che nei momenti no si trasforma in lupi alti due metri;
  • La capitale dei suddetti uomini lupo a distanza di due schermate (parliamo sempre di World of Warcraft);
  • Atmosfera gotica.

Insomma, quest’espansione potevano chiamarla Innistrad, come ha detto un caro amico. Per i più coccoloni invece preparatevi ad una full immersion nel mondo di Twilight, ma senza i vampiri.

CARATTERISTICHE GENERALI

Boscotetro sarà composta da 135 nuove carte e anche questa volta vedremo riproposto il modello post Un’Goro, ovvero 2 leggendarie per ogni classe e 5 leggendarie neutrali.

Anche questa volta avremo la possibilità di guadagnare dei pacchetti bonus (sembrerebbe che i pacchetti in palio saranno addirittura 20, da capire se tutti dell’imminente nuova espansione). Sappiamo per certo che subito dopo il rilascio della patch contenente la nuova espansione avremo 3 pacchetti della stessa e una leggendaria di classe garantita.

COSA CI ASPETTA NELLA TANA DEL LUPO?

Boscotetro, come ogni nuova espansione, porterà con sé anche tante novità. Analizziamole con ordine.

  • Innanzitutto, la Rotazione. In realtà questo sarà un effetto dell’arrivo del nuovo anno di Hearthstone, che sposterà nel formato selvaggio le seguenti due espansioni ed un’avventura:
    • Sussurri degli Dei Antichi;
    • I Bassifondi di Meccania;
    • Una notte a Karazhan.
      Se da un lato piangeremo la scomparsa del nostro amato Medivh, dall’altro lato gioite, saluteremo definitivamente i mazzi Jade (addio, e grazie per tutto il pesce).
  • Un nuovo Eroe (anzi, Eroina). Con l’arrivo della nuova espansione potremo entrare in possesso di Lunara, figlia del semidio Cenarius, che potremo utilizzare come skin alternativa per la classe Druido. Per ottenerla sarà sufficiente vincere 5 partite classificate, ma occhio ad avere uno spazio libero tra le missioni giornaliere al rilascio della patch!
  • Un Preorder più gustoso. Sarà come sempre possibile acquistare l’espansione in preorder per il prezzo di 49,99 €, acquisto che ci garantirà 50 pacchetti e uno speciale dorso esclusivo. Questa volta però mamma Blizzard ha deciso di aggiungere al preorder anche 20 pacchetti bonus, per un totale di 70. Considerando anche la possibilità di effettuare l’acquisto grazie agli Amazon Coins, il preorder questa volta farà davvero gola a chiunque, anche ai meno appassionati.
  • Nuovi boss Dungeon Run: similmente a quanto accaduto per Coboldi & Catacombe avremo la possibilità di sfidare nuovi boss e collezionare tesori, in una modalità denominata Caccia ai Mostri.
  • Nuove meccaniche: fino a questo momento sono state mostrate tre nuove meccaniche che si aggiungono al già vasto panorama di Hearthstone. Stiamo parlando di Eco, Assalto e Bestia Interiore.
    • Le carte con Eco avranno la stessa meccanica della carta “Evoluzione Instabile”, ovvero potremo castarle un numero illimitato di volte (compatibilmente con i mana che avremo a disposizione) dopo aver giocato la copia originale dalla nostra mano.
    • Assalto sarà invece la nuova dicitura che avranno quei minion che, una volta evocati, potranno immediatamente attaccare, ma solo altri minion e non il giocatore avversario. È interessante notare come questa dicitura sia diversa da quella dell’amato Gigantosauro Folgorante: le carte con Assalto manterranno questa condizione anche se evocate sul campo di battaglia da altre carte (e.g. Liberazione dall’Ambra), non potendo quindi attaccare il giocatore avversario nemmeno in questo caso.
    • Bestia Interiore non sarà invece una vera e propria dicitura, ma una caratteristica dei worgen presenti nell’espansione. Le carte dotate di questa particolare abilità scambieranno i loro valori di forza e salute ogni turno a partire da quando le pescheremo dal nostro mazzo. Credo che questa meccanica apra molti spunti interessanti e darà la possibilità di effettuare giocate particolarmente interessanti se sfruttata a pieno.

FOCUS ON: IL BOSCO MALEDETTO

Vi avevo anticipato che ci saremmo tornati no? Dal video di introduzione della nuova espansione il nostro caro Ben Brode (il Game Director del nostro amato gioco di carte) ci ha già fatto capire che in verità sarà il bosco, e non la città di Gilneas, il vero protagonista di questa espansione.

 

Alla fine del video è possibile distinguere chiaramente un’ulteriore carta leggendaria, di cui a quest’oggi conosciamo tuttavia solo il nome: si tratta nientemeno che di Hagatha, la Strega di Boscotetro, ovvero colei a cui sembrerebbe si debba la maledizione che ha colpito il bosco. Il particolare interessante di questa carta è che dal suo profilo è sembrerebbe trattarsi di una nuova carta eroe, ovvero una di quelle carte che, quando giocate, va a prendere il posto del nostro eroe come accade per i Cavalieri della Morte introdotti con Cavalieri del Trono di Ghiaccio. La vera stranezza di Hagatha, tuttavia, sembrerebbe la sua unicità: il buon Ben, in una serie di tweet, sembrerebbe infatti aver confermato che sarà un’esclusiva dello sciamano e che le altre classi non avranno, quindi, una nuova serie di eroi.

A parere di chi scrive questa potrebbe essere una mossa interessante in termini di gameplay, se ben gestita: il rischio di sbilanciare il gioco a favore di una determinata classe grazie ad un “potere” esclusivo della stessa è molto alto (e c’è un motivo se a periodi alterni proprio lo sciamano è la classe che ha causato i maggiori problemi di bilanciamento nel gioco), ma dall’altro lato è molto intrigante delineare profili di maggiore unicità per le singole classi e non è detto che le altre non ricevano dei bonus altrettanto “unici”.

Non ci resta che aspettare la metà di aprile per addentrarci nei meandri di Boscotetro: io scommetterei sul week end del 14 aprile per il rilascio. Nel frattempo, ricordate che i primi veri spoiler partiranno dal 26 Marzo!

 

Share.

About Author

Parlane con Playcorner!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: