Chi è la donna più “cazzuta” dell’immaginario nerd?

Nel giorno dedicato alla donna ci siamo chiesti: tra tutte le “donzelle” che vivono nel mondo fantastico di noi nerd, chi è la più “badass“?

Visto che non sappiamo scegliere vi proponiamo qualche nome che sicuramente potrebbe contendere per la vittoria finale.

LARA CROFT

L’imminente arrivo del film con la Vikander ci ha subito fatto pensare alla fantastica Lara Croft. Una novella Indiana Jones, ma molto più figa e cazzuta, che ha fatto da apripista nel mondo dei videogiochi a tante altre figure femminili.

L’essere stata interpretata da una attrice veramente con i cosiddetti come Angelina Jolie (quando aveva ancora tutte le rotelle e le curve al posto giusto) ha contribuito ad aumentare il mito di questo personaggio che sicuramente è tra gli esempi più fulgidi di personaggi femminili “badass” nel nostro immaginario nerd.

Magari ormai sarà un po’ datato come personaggio, ma nei nostri cuori rimane sempre uno dei preferiti.

SHE-HULK

Jennifer Susan Walters, il vero nome di She-Hulk, è un personaggio dei comics americani non di prima generazione (infatti è nata solo nel 1980), ma ha subito saputo far parlare di sé.

Avvocato di giorno, super eroe di notte, con la differenza che ha saputo con il tempo conciliare le due personalità, a differenza di tanti “colleghi” che vivono ancora con il problema di nascondere al mondo chi realmente siano.

Ovvio che la forza fisica di She-Hulk la mette ai primissimi posti di questa classifica, ma non dobbiamo assolutamente scordarci anche l’aspetto morale ed etico del suo personaggio.

Certo, di tanto in tanto perde la testa, ma che Hulk (e donna) sarebbe sennò?

ELEKTRA

Il fascino della cattiva ragazza non delude mai e Elektra ne ha fin troppo. Ma attenzione, non è solo la bellezza a rendere Elektra Natchios un personaggio unico, ma anche le sue incredibili capacità da “kunoichi“.

Grazie alle storie di Frank Miller ha raggiunto picchi di popolarità assoluti, diventando uno dei personaggi femminili (e non solo femminili) più amati dei comics americani.

L’unico rammarico che ce la siamo bruciata sul grande schermo con un film non assolutamente al livello del personaggio e nella serie TV di Daredevil rimane purtroppo sempre e solo un personaggio di contorno. Glielo vogliamo dare uno show tutto suo, cara Netflix?

XENA

Ci sono due tipi di persone al mondo: chi ama Xena e chi è un bugiardo. Nata come spin-off di Hercules, in realtà ha da subito rubato la scena alla serie principale, grazie alla forza delle due protagoniste.

La complicità tra Xena e Olimpia è una delle più amate del mondo delle serie TV e l’attrice Lucy Lawless è diventata un’icona per tutto il mondo femminile.

Xena ha tutto quello che serve per essere una delle donne più “cazzute” di sempre, considerando anche il percorso di redenzione che compie durante il corso delle sue avventure, mostrando quindi l’evoluzione da un personaggio negativo ad uno estramamente positivo.

JESSICA JONES

Sboccata, svogliata, maleducata, nevrotica, ma ha anche dei difetti.

Magari non è il primo nome che viene in mente quando si parla di femminilità, ma Jessica Jones rappresenta la donna che ha saputo rialzarsi da un mondo che le è crollato addosso.

E’ un simbolo di rinascita, che ci ricorda che ci si può rialzare fino a quando si ha fiato in corpo e riprendere in mano la propria vita, anche se a volte saranno necessari pugni, calci, unghie e anche una buona dose di alcool.

E poi oggi inizia la seconda stagione su Netflix, come facevamo a non nominarla?

JILL VALENTINE

Chiunque abbia giocato il primo Resident Evil ha bene in mente il personaggio di Jill Valentine.

Capello corto, corpo piccolo ed esile, che sembra quasi spezzarsi. Quanto sarebbe potuta durare nel mondo di zombie creato da Capcom? I bookmakers la davano per spacciata dopo 10 minuti.

Invece grazie alla sua caparbietà e testardaggine (elementi comuni in molte donne) ha saputo farsi strada in un mondo che non le dava 2 cent.

Mai giudicare la copertina dal libro!

SARAH CONNOR

Quando ho visto i primi due film di Terminator sono rimasto impressionato dal personaggio interpretato da Linda Hamilton. La forza che mi ha trasmesso questa attrice è stata tale da rendermi impressa in maniera permanente l’immagine che segue nella testa come simbolo di donna forte, disposta a tutto pur di salvare qualcuno che ama o addirittura il mondo intero.

Si trova a lottare con forze che non può capire, per un futuro che ancora non conosce, eppure non si tira indietro e diventa una delle donne più forti e risolute che si sia mai visto su uno schermo.

Sarah Connor è il vero Terminator della saga.

ELLEN RIPLEY

Potevo parlare di Sarah Connor e lasciare da parte il Tenente Ellen Ripley? Assolutamente no.

A differenza di Sarah Connor, Ripley è un personaggio costruito per essere forte. Ha addestramento, competenze e “due palle grosse così”. Ma non per questo il personaggio della fantastica Sigourney Weaver risulta essere meno accattivante di quello della Hamilton. D’altronde la sua interpretazione le è valsa una nomination all’Oscar per il ruolo nel secondo film di Alien, caso molto raro nell’Academy che solitamente non tiene molto in considerazione questo genere di film.

Come capita spesso ancora oggi, il Ten. Ripley era spesso non considerata alla pari dei suoi colleghi, eppure lei ha dimostrato grande professionalità e capacità, risultando essere una vera eroina e non una semplice spalla.

Mai sottovalutare una donna sul posto di lavoro, soprattutto quando si ha a che fare con degli xenomorfi.

BUFFY

Insieme a Xena, Buffy ha rappresentato per la maggior parte di noi, un pezzo importantissimo della nostra vita adolescenziale. Se la Lawless era già una donna matura e magari la rendeva un pò più distante dal nostro gusto dell’epoca, Sarah Michelle Gellar era la compagna di liceo che tutti quanti noi avremmo voluto.

Casinista, testarda all’inverosimile, ma anche fortissima e con uno spiccato senso del dovere, Buffy è stata una ventata di freschezza nel mondo delle serie TV per teenager dell’epoca (erano gli ultimi anni di Beverly Hills e Melrose Place tanto per dirne una).

Un personaggio che praticamente tutti abbiamo amato e che ancora oggi rimpiangiamo, anche se non le ho mai perdonato di aver scelto nel tempo solo i “bad guys” come suoi compagni.

WONDER WOMAN

L’articolo sarebbe stato incompleto se non avessimo speso due parole per Wonder Woman, il cui personaggio è stato creato per essere un simbolo per il femminismo e l’emancipazione della donna.

Bella, forte, intelligente, saggia, ma anche emotiva e compassionevole, Wonder Woman rappresenta la perfezione del genere femminile (e la Gadot ha saputo essere una perfetta Wonder Woman da questo punto di vista)

 

Ma non vi preoccupate: la perfezione non significa non sbagliare mai e anche la principessa Diana ha avuto i suoi passaggi a vuoto.

Ma l’importante è saper imparare dai propri errori e migliorarsi.

AUGURI A TUTTE LE DONNE

Ci sono tantissimi altri personaggi femminili che avremmo potuto inserire in questa lista, ma poi avremmo dovuto scrivere chissà per quanti giorni ancora.

Non ce ne siamo dimenticati, come non ci dimentichiamo di fare gli auguri a tutte le donne, non solo oggi che è l’8 marzo, ma ogni giorno dell’anno, ricordandovi che ai nostri occhi siete tutte delle eroine.

 

 

 

 

 

Autore dell'articolo: Giuseppe "Siral" De Luca

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.

Parlane con Playcorner!