Magari ho un po’ esagerato nel titolo, ma penso che il messaggio che le due aziende vogliano mandare è praticamente quello. Ovviamente stiamo parlando del mondo del cinema e delle serie TV, quindi nessun’invasione lampo della Polonia, non vi preoccupate!.

Partiamo dai fatti: le due aziende hanno annunciato una partnership con la quale i servizi di Netflix saranno inclusi in nuovo pacchetto di Sky. In soldoni poveri se vi abbonate a Sky potrete accedere ai contenuti di Netflix.

Come se non avessero già abbastanza carne sul fuoco (la programmazione di Sky contiene già tantissimo materiale), i servizi di Netflix arricchiranno questa offerta con migliaia di titoli, alcuni in esclusiva, basti solo pensare ai film e serie TV originali come tutte quelle dell’universo Marvel.

Il tutto nella comodità di un singolo pacchetto, senza doversi barcamenare tra app su tablet per Netflix e decoder per Sky.

L’app di Netflix sarà integrata in Sky Q e agli attuali clienti di Netflix sarà data la possibilità di trasferire il proprio account in un pacchetto Sky TV.

L’accordo vedrà effettivamente la luce l’anno prossimo, in primo luogo nel Regno Unito e Irlanda del Nord, e a seguire Italia (per fortuna!), Germania e Austria.

Ovviamente la portata di tale accordo è di dimensioni gargantuesche. Si potrebbe creare una vera e propria situazione di monopolio del mercato considerando che Sky ha già praticamente in mano tutto lo sport del prossimo triennio (o quasi, bisogna vedere come finisce il caso Mediapro).

I pochi dissidenti da Sky solitamente si rifugiavano su Netflix (magari perché poco interessati ai pacchetti sportivi) ed ora questa partnership porterà alla creazione di un “mostro” mediatico.

Ci dobbiamo preparare ad un bel funerale per Mediaset Premium e altri servizi del genere? Probabilmente sì, a meno che non interverrà in qualche maniera l’Antitrust a bloccare la creazione di una posizione nettamente dominante sul mercato.

 

About Author

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.

Parlane con Playcorner!