Non è un segreto che Legendary sia uno dei miei boardgame preferiti e da quando ho saputo del progetto Legendary DXP (che sta per Digital eXPerience), ossia la trasposizione su dispositivi mobile del sistema di gioco, mi sono iscritto alla beta e ho aspettato con ansia l’uscita del prodotto.

La beta me la sono goduta veramente troppo poco, visto che la versione Android è praticamente uscita 10 giorni prima della release ufficiale, mentre i possessori di dispositivi Apple hanno avuto qualche mese per testarla.

BENVENUTI SU ALAMYTH

Purtroppo per voi sappiate già che, almeno al momento, vi dovrete scordare del mondo Marvel, di quello di Grosso guaio a Chinatowm o di tutti le ambientazioni uscite sul gioco fisico, visto che il mondo creato per Legendary DXP è un mondo fantasy chiamato per l’appunto Alamyth.

Il gioco ripropone fedelmente tutte le meccaniche già viste sul board game, che potrete leggere nel nostro articolo sulla versione fisica di Legendary.

Le modalità di gioco sono 5: la prima, e unica gratuita, è la modalità “Solo” dove verremo catapultati sul campo di gioco classico contro l’AI, che ripropone una versione in solitaria del gioco, con regole leggermente modificate per adattarsi al single player (come per esempio la gestione delle abilità che influenzano gli altri giocatori).

Ecco la classica mano iniziale, 4 recruit e 2 danni

Poi abbiamo il quick match che ci permette di giocare in partite online con gente random, mentre l’opzione successiva ci permette di organizzare un tavolo con gli amici che abbiamo in friend list, fornendo la possibilità di aggiungere dei bot per completare il tavolo di gioco.

Il “Gauntlet” mode si prospetta il più interessante: praticamente ci permette di giocare in una partita a 5 giocatori dove lo scopo è quello di realizzare il maggior numero di Punti Vittoria. A seconda del piazzamento durante la partita si riceveranno reward in-game (fino a 2500 silver coin e 150 punti esperienza) e accederanno a classifiche online su base settimanale.

L’ultima modalità, chiamata “Challenges“, al momento non è disponibile, ma dovrebbe fornire sfide giornaliere che daranno, come il Gauntlet, ricompense maggiori rispetto alla partita singola.

Ho provato il gioco, sia in beta che nella versione finale, su un telefono abbastanza datato (un Galaxy Note 3) e devo dire che gira abbastanza bene, senza particolari rallentamenti o freeze.

Ovviamente di pecche ce ne sono, tra le più evidenti, almeno nella versione Android, ho riscontrato che non vi è la possibilità di uscire dal gioco se non “killando” l’app manualmente

A livello di gameplay invece l’unica che mi sento di segnalare è che non abbiamo la possibilità di scegliere se mostrare o meno una carta per evitare un effetto, ma il gioco in automatico rivela la carta se è possibile.

Per i giocatori più esperti questa risulta essere una grave mancanza visto che a volte subire un effetto negativo è utile per qualche giocata: esempio classico quando si ha un eroe che richiede di mettere KO una ferita per potenziarsi e non abbiamo al momento ferite nè in mano nè nella discard pile, ma un effetto del gioco permetterebbe di riceverne una se si avesse l’opzione di non mostrare la carta richiesta dal trigger.

 

PAY TO PLAY

Quando provo un prodotto cerco sempre di mettermi nei panni sia dell’utente finale che del produttore.

Se il primo cerco il contenuto free-to-play e quanto più possibile lontano dal pay-to-win, il produttore del gioco vuole cercare di monetizzare il suo lavoro.

In questo caso, secondo il mio personalissimo parere, quelli di Upper Deck e Skyreacher hanno scelto un modello economico veramente pessimo.

Legendary DXP viene distribuito come free-to-play ma limitato ad un solo mastermind, un solo schema e a pochi eroi con una sola modalità di gioco, praticamente una demo.

Tutto il resto è sbloccabile a pagamento per la cifra di € 4,99, che personalmente ho pagato solo perchè avevo un credito di 4,59 su Google Play da eoni.

Infatti pagando questa cifra avremo accesso a 3 nuovi mastermind, 7 schemi, 21 tra eroi e villain aggiuntivi, ma cosa più importante di tutte, avremo tutte le modalità di gioco sbloccate.

Gli eroi e villain aggiuntivi sono praticamente delle copie della scatola base di Legendary: A Marvel Deck Building Game (nomi e immagini diverse, ma stesse abilità).

Inoltre sono già in cantiere espansioni del gioco, che probabilmente, attingeranno a piene mani da quelle fisiche, ma al momento non ci è dato assolutamente sapere quanto costeranno o se magari sarà possibile acquistare con la valuta accumulabile in game.

Oltre a questo, sarà possibile comprare valuta premium per poter comprare oggetti estetici, come un nuovo tappetino di gioco come sfondo oppure le versioni foil delle carte giocabili.

Per la serie oggetti inutili: bustine colorate protettive per un gioco digitale

Questi oggetti sono acquistabili anche con i silver coin che racimoliamo dalle partite contro l’AI o dal Gauntlet, sperando che sblocchino le Challenges quanto prima per aumentare le fonti per racimolare la valuta.

MA QUINDI?

Legendary DXP è una trasposizione ben riuscita dal punto di vista tecnico, ma il paywall iniziale è un grossissimo deterrente per molti giocatori, testimoniato dal fatto che mettere insieme una partita online, se non ad orari particolari dove sono presenti giocatori americani (molto più appassionati degli europei a questo gioco), è praticamente impossibile.

Prima o poi qualcuno si connette…..

Allo stato attuale delle cose, vi consiglio vivamente di risparmiarvi questi 5 euro e investirli magari in qualche altro board game digitale sicuramente riuscito meglio.

Magari aggiungete altri 5 euro potete prendere Though The Ages che al momento rappresenta a mio avviso il top in questo campo o aspettate qualche titolo nuovo come 7 Wonders, che arriverà entro breve.

Se avete amici che vivono lontano e amate giocare a Legendary, forse il miglior uso possibile dell’app è proprio quella di organizzare tavoli tra di voi la sera o a pausa pranzo per passare una buona mezz’oretta insieme ad un gioco che tutti amate.

Al momento il gioco è disponibile sia per sistemi Android che IOS ma per quest’ultimi il supporto Iphone ancora non è pronto e quindi è necessario un IPad per giocarci.

 

 

____________________________________________________________________________________________________

Angry Pip BoyPRO: Legendary DXP è una trasposizione ben curata, anche se presenta qualche piccola pecca a livello di gameplay per esperti.

CONTRO: paywall iniziale troppo alto, poca possibilità di sfruttare il gioco online e mancanza delle ambientazioni presenti sul gioco fisico.

 

 

 

 

 

About Author

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.

Parlane con Playcorner!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: