La GamesCom è in corso nella koelnmesse di Colonia e gli annunci, legati a moltissime case di sviluppo, continuano a venir pubblicate ininterrottamente, dandoci letteralmente in pasto materiale visivo pronto a corrompere il nostro portafoglio. Ti stati sentendo anche tu come Anakin davanti alle lusinghe di Darth Sidious? Ti capisco, amico mio.

Forse di acqua sotto i ponti, con relativo background nel settore, ne abbiamo vista un po’ tutti più del buon Anakin, ma c’è sempre quella piccola scimmia pronta a salirci alle spalle dopo che vediamo un qualsivoglia trailer, pronta ad accoltellarci la libido intimandoci di comprare quel prodotto. Non siamo soli, ricordiamocelo sempre.

Ed è proprio seguendo questa pazza onda che Blizzard, come di consueto, ha saputo utilizzare bene il palco della fiera tedesca, proponendoci una serie di novità tutte legate ai loro prodotti più iconici –e non-. Pronti per un riassuntino veloce?

OVERWATCH

Lo sparatutto di casa Blizzard continua ad essere seguito da una community fortissima di giocatori, complice sicuramente l’eSports al seguito che si è riuscito a creare nel corso del tempo.
Tolti i campionati in corso alla fiera, che potete sicuramente guardare tramite il sito ufficiale, le novità più corpose sul gioco riguardano maggiormente materiale multimediale, sempre pronto ad approfondire nel dettaglio la storia intorno al gioco.

Abbiamo iniziato con un divertentissimo trailer/storia relativo a Junkrat e Roadhog, utilissimo per lanciare la nuova mappa di trasporto del payload soprannominata Junkertown.

La sinossi del video di spiega che questa cittadina è stata costruita sui resti dell’omnium australiano, ed è governata da una regina che ha in passato esiliato il dinamico duo. L’ostinata ricerca di tesori ha spinto a Junkrat e Roadhog di viaggiare in tutto il mondo, anche se il loro cuore è sempre rimasto nella cittadina in cui vogliono tremendamente ritornare. L’astutissimo piano ideato per ritornare a casa, però, non andrà proprio come loro due si sono aspettati!

Cosa dobbiamo aspettarci da Junkertown?

La mappa è come sempre ben caratterizzata, ci sono moltissime vie laterali dove i flanker possono dare filo da torcere al trasporto, accompagnate addirittura da una piattaforma rotante pronta a rendere più interessante gli scontri aerei, ma conviene aspettare il PTR per esprimersi più nel dettaglio sulla questione. Resta di fatto, comunque, che la caratterizzazione della mappa è veramente ben fatta!

Chiaramente, dopo aver trattato da vicino le novità strettamente legate alla nuova mappa, il game director Jeff Kaplan ha presentato il solito diario degli sviluppatori dove si è parlato della nuova stagione competitiva (precisamente la sesta, in apertura al 31 agosto). Se volete sapere ogni dettaglio, eccovi il video dedicato.

Chiudiamo la parentesi Overwatch con la cosa più bella, ovvero il nuovo corto animato dedicato al personaggio di Mei. Le origini della climatologa di Overwatch si radicano nella Ecobase Antartica, dove lei ed il suo team sono stati sottoposti ad una procedura di criostasi al fine di affrontare la povertà di scorte per sopravvivere. Cosa può andare storto quando ci si mette sottovuoto? Magari risvegliarsi nove anni dopo per sapere che la Overwatch è stata smantellata (giusto per dirne una eh). Eccovi il video, veramente tanto tanto bello!

HEROES OF THE STORM

Il moba di casa Blizzard continua la sua avanzata ininterrotta, tirando fuori dal cilindro tutta una serie di eroi liberamente presi da ogni brand che la medesima ha creato. Dopo aver tinto di rosso i campi di battaglia con l’arrivo di Garrosh, il tocco gelido dell’Arcilich Kel’Thuzad lo stile di combattimento sulle lane, grazie a un evento dedicato interessante (dove sarà possibile sbloccare ritratti e banner) unito a nuove skin a tema che non vediamo l’ora di vedere.

Tenendo conto che le skin di Jayna e Sonya sono qualcosa di FANTASTICO, il nuovo personaggio si presenta con un set di abilità molto interessante, tutto da scoprire una volta che scenderà in campo. Ma qualcuno di voi si ricorda chi è Kel’Thuzad?

“Conosciuto come membro del Concilio dei Sei, uno dei più importanti clan di magia del Kirin Tor, signori di Dalaran, vi ricorda qualcosa? Kel’Thuzad era il più ambizioso, nonché il più interessato a conoscere i segreti delle pratiche magiche di Medivh e del concilio di Tirisfal.

Arrivata la chiamata del Re dei Lich, l’arcimago lasciò tutta la sua vita alle spalle, affrontando il cammino di dannazione che lo condusse fino al trono ghiacciato a Northrend, dove ricevette nuovi poteri al patto di seguire senza domande ogni comando del suo nuovo padrone.

Parte di questa storia potete leggerla, in lingua originale, in questo racconto Road to Damnation.

È proprio da qui a poco tempo dopo che, a Lordaeron, si cominciò a sentir parlare del Culto dei Dannati. Ogni dettaglio di questa storia fantastica potete seguirlo, qualora non lo abbiate già fatto, su Warcraft III, dove viene inoltre narrato passo dopo passato l’ascesa di Arthas al ruolo di Re dei Lich.”

Tornando al moba, la maggior parte delle abilità mostrate nello strategico in tempo reale vengono tradotte così.

Ci sarà sicuramente da divertirsi, non trovate? Oltre al nuovo personaggio, gli sviluppatori dietro al moba hanno annunciato che ci saranno diversi cambiamenti anche riguardo i personaggi già presenti nel roster, con cambi di abilità importanti che cambieranno sicuramente molte build esistenti.

WORLD OF WARCRAFT

Non potevano mancare corpose novità anche per l’MMO di casa Blizzard, ed infatti il palcoscenico di Colonia è risultato perfetto per presentare la patch 7.3 “Le Ombre di Argus”, dove finalmente potremo scendere in campo al fine di combattere la Legione Infuocata direttamente a casa sua. Il destino di Azeroth è nuovamente affidato alle mani di noi eroi, ma cosa ci aspetta in questa nuova e pericolosa zona?

Dal 30 Agosto sarà possibile accedere ad Argus, la quale si presenterà divisa in tre zone diverse. Ci saranno nuove istance, nuove incursioni e nuove ricompense, accompagnate inoltre da alcuni eventi simili ai varchi maggiori di Diablo III, dove gli eroi potranno accedere a questi portali della legione per combattere boss sempre più potenti e sbloccare ricompense uniche introvabili in tutto il resto di Azeroth.
Il rilascio dei contenuti sarà progressivo, pertanto potremo seguire passo passo ogni novità restando all’interno del gioco. Dal video di presentazione, quello che mi ha colpito di più è stato il ritorno di due grandi personalità dell’alleanza, ovvero Alleria Windrunner (sorella maggiore di Sylvanas) e Turalyon, il secondo in comando che militò insieme ad Anduin Lothar durante la Seconda Guerra. Ancora non sappiamo il loro ruolo all’interno della storia, ma questo dimostra ancora una volta come la Blizzard sia attenta a richiamare e produrre storie incredibili.
Se volete farvi un’idea più precisa di ciò che sarà proposto nella patch, vi rimandiamo al video dedicato della guida pratica.
Io non so voi, ma sto riattivando l’account di World of Warcraft!

HEARTHSTONE

Ultimo, ma non per importanza, il gioco di carte targato Blizzard ha acquistato finalmente l’unica cosa che gli mancava per brillare: un corto animato con la promessa di una serie animata. Non so se vi state rendendo conto della cosa, ma è da tantissimo tempo che molti fan si interrogano sulle strategie commerciali di Blizzard in relazione a produzioni cinematografiche. D’altronde, come si fa a chiedersi il contrario, visto e considerato l’ottimo rendimento filmico in qualsivoglia offerta prodotta da loro?
Dai, tutti quanti vorreste almeno un film in computer grafica sui vostri brand preferiti. Dai che è così! Intanto io vi lascio a quest’ultimo filmato, ricordandovi che le sorprese, per Blizzard, non finiscono mai!

GRANDI ASSENZE?

Si. Anche se posso immaginare che la casa di sviluppo stia aspettando i resoconti fiscali, legati all’uscita della remastered di Starcraft, sento che Diablo III è stato lasciato un pò troppo indietro per quanto riguarda l’inserimento di nuovi contenuti. Non credo che il brand sia pronto per un nuovo capitolo, perché la storia rischierebbe di perderne in termini di credibilità, ma forse qualche contenuto in più, sempre sotto forma di DLC, sarebbe stato ben accetto. Nuove classi giocabili? Magari, tipo il druido o l’assassina.

Anche se una possibile remastered di Diablo e Diablo II ci farebbe tirare i soldi contro al monitor senza pensarci due volte. Non credete?

[amazon_link asins=’B017O0GI04,B017O0GD9K,B017NP8290,B07312TQQ4,B018IGNIYC,B0044BCJZK’ template=’ProductCarousel’ store=’laycorner2015-21′ marketplace=’IT’ link_id=’3c556485-88ca-11e7-86ea-b5a8e34db731′]

About Author

Videogiocatore sin dalla tenera età, ha cominciato il suo viaggio dalle console di vecchissima generazione per approdare al PC Gaming più estremo. Fedele sostenitore del retrogaming, ama gli RPG e gli RTS e cerca, allo stesso tempo, di diversificare la sua dieta con generi sempre diversi di videogiochi.

Parlane con Playcorner!