Videogames for kids – Cosa scegliere per i più piccoli

Chi di voi non ha un fratello o sorella più piccolo, un qualche cuginetto/a o addirittura un figlio? Spesso e volentieri ci si ritrova a voler fare un regalo per un compleanno o qualche altra ricorrenza, e, sempre più frequentemente, si sceglie di regalare un videogioco.

Tralasciando tutta la discussione pedagogica sul fatto che sia giusto o sbagliato regalare un videogame ad un bambino (ma anche ai pre-adolescenti), nasce l’esigenza di capire cosa poter mettere in mano ai ragazzini di oggi e cosa no.

Video Game %
Forse non sarà accurata come percentuale nel mondo, ma rende l’idea

Perché di titoli in giro ce ne sono tanti, ma non tutti sono adatti, e il facile accesso al mondo del web, permette ai più giovani di conoscere titoli che non dovrebbero assolutamente passare per le loro mani viste le tematiche o i contenuti non appropriati (classico esempio possono essere i vari GTA, Mortal Kombat, Call of Duty e quant’altro, tanto avranno sicuramente tempo di recuperare quando saranno più grandi, tanto non sono saghe che moriranno nel breve).

Qui a Playcorner allora ci siamo detti: “perché non consigliamo qualche gioco per i più giovani per le varie console?”

Ed eccoci qui!

3DS/2DS

Partiamo con il 3DS/2DS (anzi il 2DS sarebbe più consigliato perché non ha la visione 3D che è dannosa per i bambini sotto i 6 anni) perché è tra le console che più facilmente potrebbero aver acquistato genitori o parenti per i propri pargoli, e forse quella che si presta meglio al loro modo di giocare (solitamente svaccati sul divano o su un tappeto per terra a testa all’aria).

Yo-Kai Watch

Abbiamo recensito Yo-Kai Watch 2 poco tempo fa (la recensione completa la trovate qui) e già allora consigliammo l’acquisto ad un target giovanile in quanto questo gioco, di chiara ispirazione pokemoniana (reputo Pokemon bellissimo, ma ad un certo punto le meccaniche e la difficoltà rappresentano un muro che potrebbe portare molti bambini a lasciare il titolo), aveva moltissime caratteristiche adatte al pubblico dei più piccoli.

Design accattivante, battaglie non complicatissime (visto che sono gestite con l’auto-battle), trama che ci mette nei panni del classico ragazzino che vuole fare l’eroe e soprattutto una buonissima localizzazione in italiano.

Inoltre la modalità Blaster è molto divertente e frenetica, rendendo Yo-Kai Watch un titolo perfetto per i più giovani.

Professor Layton

La saga dedicata al Professor Layton è l’ideale per chi vuole mettere i bambini alla prova con le loro capacità logiche e conoscenze scolastiche (come la matematica di base). I giochi sono pieni zeppi di puzzle (oltre 100) che richiedono svariate abilità per essere risolti.

Uno dei più consigliati se si vuole regalare un videogioco che possa risultare educativo.

Esistono vari titoli della saga, quindi una volta finito uno, si potrà cominciare a giocarne un altro!

Mario Sports Superstar

Anche questo titolo è passato dalle nostre pagine e quindi possiamo con assoluta certezza affermare che è un titolo adattissimo per tutti.

L’iconico mondo di Mario incontra alcuni tra gli sport più famosi al mondo in un gioco che regala svariate ore di divertimento puro.

Senza diventare complicato nella gestione dei comandi come possono esserlo i vari Fifa/PES o giochi dedicati agli sport specifici, Mario Sports Superstars può essere una validissima alternativa, considerata anche la presenza di mosse speciali che piacciono sempre e una modalità di raccolta di “figurine” che appassionerà sicuramente i più piccoli.

Nintendo Switch

La nuova console della Nintendo ha il grandissimo vantaggio di essere giocata sia a casa con tutta la famiglia o anche in viaggio quando si va a trovare la nonna!!! L’unico problema che essendo praticamente una “neonata” il parco giochi non è molto vasto, ma ci sono già alcuni titoli interessanti che possono andare bene per le nostre esigenze.

1-2-Switch

1-2-Switch è stato creato per fare da tutorial sull’utilizzo dei Joy-con, ma ciò non toglie che sia un fantastico party game da fare in famiglia. In questo caso ci si ritroverà spesso a giocare con i più piccoli e si rischia anche di divertirsi forse più di loro.

Snipperclips – Diamoci un taglio

Questo fantastico puzzle game metterà a dura prova la vostra immaginazione. Nel gioco impersonerete Snip e Clip, due amici di carta il cui scopo sarà risolvere rompicapi.

Ogni rompicapo non ha una soluzione univoca, ma il tutto sarà gestito dalle forme che riuscirete a creare utilizzando Snip e Clip e aiutandosi a “ritagliarsi” nelle forme giuste per completare il livello.

Il gioco è fruibile sia in modalità single player, che in modalità cooperativa fino a quattro giocatori.

Just Dance

I rhythm game sono tra i miei preferiti. Oltre a quelli dedicati all’uso di strumenti musicali (come Rock Band e Guitar Hero), il franchise di Just Dance è tra quelli più famosi e divertenti.

Anche questo, come per altri titoli, risulterà essere un ottimo family game in quanto lo si comprerà per i più piccoli, ma spesso e volentieri ci si ritroverà a giocare con loro (venendo probabilmente umiliati selvaggiamente dalla loro abilità superiore nel seguire le istruzioni di ballo).

Just Dance è presente anche su altri supporti (come PS4 o X-Box One) ma richiede periferiche esterne che vanno ad aumentare notevolmente il costo del gioco.

PS4/X-Box One

Abbiamo inserito le due console “maggiori” insieme visto che non ci sono particolari titoli in esclusiva per l’una o per l’altra da consigliare e quindi troverete i titoli consigliati per entrambe.

Minecraft

Premetto che non sono un grandissimo fan di Minecraft, ma non posso negare l’impatto che ha avuto sul mondo videoludico negli ultimi anni.

Vi ritroverete con il vostro avatar a creare un mondo da zero, provvedendo alla vostra sopravvivenza fin dalle basi, costruendovi un riparo fino ad arrivare a progettare mondi fantastici.

Quello che ho visto fare negli anni sui video di YouTube mi ha lasciato sempre di stucco e sicuramente fa di Minecraft un gioco adatto ai bambini per aiutarli a sviluppare svariate abilità e, soprattutto, mettere in pratica la loro visione del loro personalissimo mondo fantastico in cui vorrebbero vivere e giocare ogni giorno.

Sullo stesso genere, se volete una grafica più accattivante e fumettosa, potete trovare anche Dragon Quest Builders (ma questo disponibile solo per PS4 e PS Vita).

PuyoPuyo Tetris

Recensito da pochissimo sulle nostre pagine, PuyoPuyo Tetris è un bellissimo gioco per i nostri pargoletti, ma state sicuri che lo troveranno interessante anche i più grandi. Velocità di pensiero, ottimi riflessi e entusiasmanti sessioni multiplayer rappresentano i punti di forza di un titolo che dovrebbe finire nella vostra collezione in ogni caso.

Lego Marvel Heroes

Siamo chiari. Questo è un gioco che molto probabilmente andrebbe comprato a priori, senza avere l’esigenza di fare un regalo ad un vostro nipotino.

TUTTI amiamo i Lego e gli eroi Marvel sono tra i preferiti dei più piccoli. I personaggi sono stupendamente riproposti nella loro versione blocchettosa e permette anche di passare bellissime sessioni multiplayer genitori-figli ad esplorare Manhattan dondolando con le ragnatele dell’amichevole ragno di quartiere o facendo in mille cubettini tutto e tutti con il nostro Hulk.

Inoltre, vi sono molte sessioni in cui sarà richiesto completare dei piccoli puzzle per andare avanti e quindi non rimanere ancorati al solo “prendo a pugni tutti i cattivi” e basta.

Anche questo gioco è presente per praticamente tutte le console sul mercato (addirittura anche su Nintendo DS!).

Ah….è stato annunciato il secondo capitolo e al posto di un trailer o gameplay del primo, vi lasciamo il video su Lego Marvel Heroes 2

Conclusioni finali

Questi sono solo alcuni dei titoli disponibili al momento (alcuni più recenti, altri un po’ più datati). Ovviamente ce ne sarebbero decine e decine (ma non possiamo stare qui a scrivere per giorni) tra cui sicuramente potremmo citare Skylanders o altri giochi della serie Mario (Mario Kart, Paper Jam e così via).

Inoltre abbiamo deciso di tenere fuori il mercato mobile perché i titoli diventano veramente infiniti, ma ce ne sono alcuni sicuramente validissimi, come i runner stile Minions o Super Mario Run, titoli ormai già famosi senza bisogno di presentazioni come Pokemon Go o i vari puzzle game come Candy Crush, Angry Birds e tutti i loro emuli, anche se questo mercato richiede maggiore attenzione da parte degli adulti non tanto per la scelta del gioco (sempre importante) quanto per il pericolo “dipendenza da shopping in game” che potrebbe portare ad avere bollette telefoniche o estratti conti su carta di credito mostruosi senza neanche rendersene corto.

Ricordatevi sempre che quando regalate un videogioco, non state regalando solo uno strumento di divertimento, ma anche uno strumento di apprendimento e, soprattutto per i bambini più piccoli, qualcosa da emulare.

Per questo bisogna sempre stare attenti a cosa mettiamo a disposizione ai più giovani che non hanno ancora le capacità e la volontà di discernere cosa imitare o cosa no.

Giocate e fate giocare responsabilmente!

 

 

 

 

Autore dell'articolo: Giuseppe "Siral" De Luca

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.

Parlane con Playcorner!