C’è sempre un momento in cui ti chiedi, da lettore di fumetti soprattutto targati Marvel, come cavolo faranno gli autori ad inserire un supereroe all’interno di un maxi evento. È una domanda ricorrente, una paura inconscia, che viene alimentata spesso da scelte piuttosto discordanti con tutto quello che un semplice nerd, da fan, può auspicarsi per il proprio personaggio preferito. Della serie che quando leggi Spider-Man pensi sempre alle “scelte discutibili”!

I plot twist sono stati moltissimi nel corso degli anni, ma uno che mi è rimasto più impresso di altri è stato tutto l’arco narrativo, dedicato a Spider-Man, durante la prima Civil War. Ragazzi, ma vi pare possibile che dopo aver fatto quasi morire Zia May, soltanto per vedere quasi morire Kingpin menato in carcere da Spidey, possa arrivare un tizio come Mephisto a resettare l’intera testata chiedendo a Peter di scegliere tra un matrimonio felice con MJ e la vita della Zia?

Spider-Man Mephisto

Dì a Rossella, che francamente me ne infischio!

No, dai. Siamo seri?! Eppure è successo, con tanto di rivelazioni importanti circa l’identità della figlia che i due, loro malgrado, non avrebbero mai avuto. Tutto per far dimenticare al mondo la vera identità di Spider-Man!

Questa storia è comunque piaciuta, nel bene e nel male, motivo per cui nelle recenti Secret Wars il mondo di Battleworld ha ospitato uno “spiderverso” dove Peter e Mary Jane si erano invece sposati, dando alla luce la bella Annie.

Il preambolo serve soltanto allo scopo, essenzialmente per sottoporvi a giudizio un “villain” alquanto curioso identificato con il nome di Reggente. Proprio nelle Secret Wars questo personaggio, alias Augustus Roman, era praticamente riuscito a governare il paese assorbendo i poteri di tutti i superumani presenti nel mondo mediante una particolare tecnologia biotica che, grazie ad un’armatura particolare, gli permette di accedere ad i poteri delle persone “messe sott’olio” all’interno del suo laboratorio.Spider-Man Reggente

Non proprio una cazzatina dai, meglio di altri personaggi messi alla rinfusa senza una ragion d’essere. Ed è forse per questo che Dan Slott e Christos Gage, scrittori dei numeri di The Amazing Spider-Man, hanno deciso di ritirar fuori il villain per metterlo contro Spidey, durante una Civil War piuttosto travagliata dove lo abbiamo visto poco attivo.

Ragazzi, dimentichiamoci di Mephisto per favore eh?! Non fatemi che esce e propone un altro patto satanico a Peter, altrimenti ci tocca chiamarlo Ghost “fesso” Rider. Giuseppe Camuncoli si dimostra all’altezza del suo ruolo di disegnatore, regalandoci vignette esageratamente dettagliate e bellissime in una testata che fa difficoltà ad acquistare una sua identità valida. La saga dello zodiaco aveva certamente dato qualche frutto, ma lo split con i maghetti avevano portato il personaggio alla deriva, regalandoci storie a mio avviso poco ispirate.

Il Reggente potrebbe tirare su le sorti dell’arrampicamuri, a patto che vengano fatte scelte intelligenti nella scrittura della storia. Al momento, tanto per cambiare, abbiamo Spider-Man in lite con Iron Man, MJ pronta a prendere posizioni forti nei confronti dei due e, dulcis in fundo, un Reggente pronto a fare di tutto pur di salvare il salvabile secondo il suo punto di vista. Sembra quasi un preambolo alla situazione vista su Battleworld, ovviamente con qualche differenza in più da dimostrare.

Intanto una cosa mi fa avvertire un certo tremito nella forza..

Spider-Man Problemi

Forse questa volta ce la facciamo!?

About Author

Videogiocatore sin dalla tenera età, ha cominciato il suo viaggio dalle console di vecchissima generazione per approdare al PC Gaming più estremo. Fedele sostenitore del retrogaming, ama gli RPG e gli RTS e cerca, allo stesso tempo, di diversificare la sua dieta con generi sempre diversi di videogiochi.

Parlane con Playcorner!