Le avventure di Capitan America continuano verso direzioni impreviste, aumentando ancora di più il mio rispetto nei confronti di uno scrittore come Nick Spencer. Uno che, a detta del Pinchiroli redazionale, ne sa veramente a pacchi.

In mezzo ad una Civil War piuttosto controversa, soprattutto per le posizioni prese dai vari supereroi in campo, Capitan America lato Hydra ha deciso di schierarsi con Tony Stark, uno dei primi ad essere contro la natura dei poteri dell’inumano Ulysses.

Capitan America 10I motivi? Possiamo certamente immaginarli, non siamo mica gli ultimi (detto alla Benson), dato che l’associazione terroristica più longeva del mondo dei fumetti Marvel ha certamente in lista, prima o poi, di conquistare quello che resta dalle ceneri della guerra civile. Chiamali scemi oh!

In questo nuovo numero, intitolato “Ciò che Deve Essere Fatto”, il nostro carissimo Steve prende in mano la situazione, liberandosi di uno dei suoi compagni di una vita (Jack Flag) dandogli la proverbiale, quanto sempre bene accetta, spintarella giù dall’aeroplano. Un compitino facile, che si rivela invece fallito quando il cuore del poveretto continua a battere, richiamando l’ordine della folla dei buoni con un discreto “ENNAMOOO”.

Poco male dai, non sarà certo una mezza rissa con Taskmaster a rovinare i piani del leader dell’Hydra. Ci pensa, da solo e senza amici, il buon Steve Rogers, lasciando in vita Eric Selvig disubbidendo regolarmente ad un ordine del Teschio. Motivi? Dai tiriamone giù qualcuno insieme.

  • Voglio disubbidirti per forza
  • Sento che c’è ancora ammore in me e voglio fare del bene
  • Ho fede che le cose andranno per il verso giusto
  • Qualcuno cova una vipera in seno e non lo sa

 

Piano con le risposte eh, non accalcatevi troppo! La frase finale del numero, inoltre, rende il tutto ancora più pepato ed interessante: Allora, Dr. Selvig, è pronto a fare quel che bisogna fare? Enigmatico, super interessante, questa timeline su Capitan America si sta rivelando una vera e propria bomba. Molto meglio di quello che ci sta toccando leggere finora poi!

Capitan America 10

Come ricorderete, inoltre, la numerazione italiana del fumetto comprende anche le storie su Sam Wilson, questa volta alle prese con una versione degli States piuttosto realistica. Rage è sceso in campo per far fronte all’eccesiva violenza in strada causata dagli Americorps (i nuovi Judge Dredd della Marvel).

Daniel Acuna confeziona degli ottimi disegni per questa storia, ma la narrazione non la trovo incalzante come quella di Steve Rogers. L’unico momento interessante consiste nel dialogo tra Sam e Carol, nel quale il primo vuole vederci chiaro circa le premonizioni dell’inumano Ulysses. Non mi sembra che ci sia molto da dire a riguardo, ed infatti vedremo lo stesso Sam (nel n° 4 di Civil War II) direttamente schierato nella fazione di Tony Stark.

Se volete leggere qualcosa sul numero precedente, vi basterà andare qui.

About Author

Videogiocatore sin dalla tenera età, ha cominciato il suo viaggio dalle console di vecchissima generazione per approdare al PC Gaming più estremo. Fedele sostenitore del retrogaming, ama gli RPG e gli RTS e cerca, allo stesso tempo, di diversificare la sua dieta con generi sempre diversi di videogiochi.

Parlane con Playcorner!