Non siete riusciti a svegliarvi alle 5 di mattina (o più semplicemente volevate beatamente dormire) per seguire la diretta riguardante Nintendo Switch? Bene, neanche io ed è per questo che scrivo questo pezzo, così facciamo un recap tutti insieme su quello che è stato detto.

La prima notizia riguarda sicuramente data e prezzo di lancio. Nei maggiori paesi del mondo (ed incredibilmente rientriamo anche noi) Nintendo Switch verrà lanciato il 3 marzo al prezzo di 299,99$ che magicamente nel Bel Paese si trasformerà in 329,99 euro. Sia ben chiaro che il prezzo non è imposto da Nintendo ma è quello con cui potete trovarlo in pre-order dai principali distributori in Italia.

Presentati anche i prezzi delle varie periferiche, non propriamente economici:

  • Nintendo Switch Pro Controller – $70
  • Joy-Con Controllers (set da due, come quelli che trovate già in confezione) – $80
  • Joy-Con L or Joy-Con R (possono essere venduti anche separatamente) – $50
  • Joy-Con Charging Grip – $30
  • Nintendo Switch Dock Set – $90
  • Joy-Con Wheel (set da due) – $15

Sulle periferiche non abbiamo ancora trovato informazioni sul prezzo italiano, sperando che il ricarico non sia eccessivo.

A parte le notizie economiche, arriviamo a parlare della cosa che veramente determina il successo di una nuova console (almeno per quanto mi riguarda) che è la lineup iniziale di giochi.

Disponibili dal Day One della console ci saranno 1-2-Switch (titolo dedicato alla familiarizzazione con i Joy-Con), Just Dance 2017, Skylanders Imaginators e soprattutto The Legend of Zelda: Breath of Wild. Anche qui da segnalare che il prezzo annunciato (almeno per Zelda) è di 59$ (anche se sono state già annunciate diverse tipologie di collector’s edition), facendoci intendere che il prezzo dei titoli futuri sarà intorno a quel prezzo.

Tra i principali giochi annunciati e non disponibili immediatamente si segnalano Mario Kart 8 Deluxe, con feature apposite per Switch, con inclusi tutti i DLC, Splatoon 2 (Splatoon probabilmente è stato il miglior titolo per la sfortunata WII-U), Xenoblade Chronicles 2 e ci aspetta tantissimo da Super Mario Odissey. In passato mai un titolo dedicato a Mario ha fallito le attese e non credo che la Nintendo possa fallire sul suo personaggio di punta.

Da segnalare che Nintendo Switch sarà regione free (per la felicità dei fan più sfegatati che non dovranno aspettare 1 anno e mezzo per le localizzazioni europee dei titoli, come succede su 3ds).

Passiamo al punto di vista tecnico, ormai anche i sassi sanno che Nintendo Switch ha la doppia “natura” di console portatile e console casalinga. Switch è fondamentalmente un tablet con touch screen capacitivo da 6,2″ che tramite lo Switch Dock si collega via HDMI ad uno schermo. La risoluzione in modalità portatile è di 1280×720, ma non sono state date info se il sistema avrà una risoluzione nativa di 720p o 1080p. Per l’autonomia in modalità portatile si parla di 6 ore massimo di gioco, anche se, a seconda del titolo, l’autonomia potrebbe scendere (anche sensibilmente, visto che a quanto pare Zelda ci permetterà di giocare “solo” 3 ore in modalità portatile).

I giochi verranno inseriti nello Switch in un apposito slot e avrà uno storage interno da 32gb, espandibile con micro SD fino a 128gb.

Per la modalità di gioco online il sistema sarà a pagamento.

Particolarità di Nintendo Switch è sicuramente segnata dai controller. Abbiamo un ritorno alle “origini” con controller dotati di Motion Sensor (e quindi ricalcando quelli della WII). In modalità portatile potremmo collegare i due controller allo Switch oppure inserirli nel Joy-Con Grip, per “creare” un controller classico da console. I controller hanno un sensore NFC (il cui scopo principale sarà quello di interfacciarsi con gli Amiibo) e avremo anche una modalità screenshot presente nel controller di sinistra per lo sharing di immagini sui social network. Avranno anche sensori che riescono a determinare alcune forme particolari e la distanza  con gli oggetti di fronte a loro e una funzione di feedback migliorata chiamata HD Rumble.

Vi lascio con il video di presentazione

dorsali.

About Author

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.

Parlane con Playcorner!