Dopo essere stato annunciato diversi mesi fa, il nuovo titolo Ubisoft intitolato Steep sbarca sul mercato videoludico, proponendosi come simulatore di sport estremi sulla neve. Interamente ambientato nelle Alpi nostrane, il titolo vi farà sognare (visto le atipiche condizioni metereologiche italiane) di sciare su vette altissime senza alcun tipo di freno. Siete pronti per provare un po’ di sana adrenalina virtuale? Bene! Ma attenti al conto salato, che a mangiare in certi ristoranti bordo pista può succedere di tutto.

Simulazione divertente e appagante per tutti

A differenza di un titolo prettamente arcade, Steep si presenta al pubblico con una meccanica più elaborata e divertente, essenzialmente basata sul comporre un open world esplorabile dal nostro alter ego digitale (discese permettendo, ovviamente). Il tutorial iniziale cerca di mettere subito a proprio agio il giocatore, insegnando a padroneggiare il sistema di comandi, fornendo inoltre diversi tips su come affrontare al meglio le diverse tipologie di attività presenti nel gioco: sci, parapendio, snowboard e tuta alare.

È possibile cambiare dinamicamente il tipo di disciplina grazie ad un menù a ghiera, il tutto senza negarvi la possibilità di andare a piedi per farvi una semplice passeggiata.
Il fatto di poggiarsi sulle dinamiche degli open world regala a Steep un sapore diverso dai soliti giochi simulativi, dato che l’esplorazione acquista un valore importante nella produzione, consentendo al giocatore di scoprire nuovi luoghi per accedere a sfide sempre diverse, il tutto in piena condivisione online.

Partire dalle gare tutorial, come vi dicevo, aiuta ad ambientarsi ed a capire meglio il funzionamento di alcune attività. Nel parapendio bisogna imparare a dosare la planata mentre si cerca di acquistare il favore del vento, mentre con la tuta alare bisogna veramente fare attenzione a non diventare una macchia sulla neve. Per quanto riguarda sci e snowboard, lo sapete, tutto si riduce ad una serie di evoluzioni e trick spettacolari, maggiormente votati proprio a far divertire il giocatore davanti lo schermo.

Era dai tempi di SSX che non mi divertivo così!

Inoltre esplorando attivamente la mappa vi accorgerete di trovare tantissimi punti di interesse, utili a farvi completare sfide, punteggi e molto altro ancora. Nessuno, ad esempio, vi vieta infatti di sfidare voi stessi per migliorare i vostri tempi. Ho trovato questa particolarità molto funzionale, soprattutto unita alla semplicità con cui è possibile richiamare la mappa. Nessuna attesa, impossibile perdersi e, sopra ogni cosa, fantastica la funzione che mi riporta in tempo reale il percorso appena eseguito, dandomi quindi la possibilità di sentire l’esperienza in modo più realistico.

Libero spazio alla condivisione

Quello che colpisce, in seconda battuta, del nuovo titolo Ubisoft è la capacità di rendere il mondo di gioco vivo e popolato di giocatori da tutto il mondo. Questa interessante caratteristica permette a noi giocatori di goderci un’esperienza totalmente nuova, senza sentirci legati ad una ricerca oculata della competizione da svolgere in sessioni multigiocatore. Qui è tutto online, capita benissimo di incontrare persone che scendono dritti verso il fondo senza guardarsi intorno, facendo risultare nel complesso l’esperienza godibilissima.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Senza contare, poi, che la diversità delle discipline proposte aiuta a rendere il gioco più longevo. Il giocatore è proprio invogliato a scoprire come padroneggiare le diverse attività, sentendosi oltremodo esaltato quando riesce a non schiantarsi per due volte di fila sul crinale della montagna (occhio anche agli alberi, quegli infamoni!).

Non tutte, come è giusto che sia, possono essere divertenti allo stesso modo, ma è importante che un titolo dia la possibilità di diversificare l’approccio. Altrimenti sai che noia? Chiuderei la mia disamina parlando dell’aspetto visivo del gioco, il quale propone su console PlayStation 4 dei panorami mozzafiato (lo so, le Alpi sono bellissime), coadiuvati da un sistema che regge senza intoppi mantenendo una risoluzione 1080p.

Certo, lo so. Il framerate è bloccato a 30FPS, ma credo che sia una piccola virgola paragonata alla bellezza del titolo. Tra l’altro, importante anche questo da sottolineare, il titolo propone un’ottima colonna sonora piena di brani ricchi di pathos.

Conclusioni Finali

Steep è un titolo che mi è veramente piaciuto, capace di riportarmi indietro a quelle esperienze molto arcade che ho provato, ai tempi, con la leggenda SSX. Fate attenzione ad una cosa: il titolo non può essere utilizzato con la console offline, perché richiede una continua connessione ad i server di Ubisoft. Per entrare nel mondo popolato da altri giocatori, invece, vi basterà semplicemente avere attivo un abbonamento Plus sul vostro account.

Le formule moderne di questo titolo Ubisoft vi piaceranno, a patto che vi piacciano gli sport sulla neve però!

About Author

Videogiocatore sin dalla tenera età, ha cominciato il suo viaggio dalle console di vecchissima generazione per approdare al PC Gaming più estremo. Fedele sostenitore del retrogaming, ama gli RPG e gli RTS e cerca, allo stesso tempo, di diversificare la sua dieta con generi sempre diversi di videogiochi.

Parlane con Playcorner!