Totally Hulk 01

Il Fichissimo Hulk #1 – Cho Time!

Tra la sequela di personaggi inediti presentati nel mondo dei Marvel Comics, uno più di tutti è riuscito a far parlare di sé in maniera contraddittoria, vuoi per le scelte degli autori che lo hanno disegnato, vuoi per il corso del MarvelVerso che spesso ha sacrificato alcuni piuttosto che altri.

Sto parlando ovviamente di Hulk, alias Bruce Banner, alias scienziato super intelligente che viene colpito da un’esplosione di raggi gamma, diventando appunto il supereroe dalla doppia personalità che abbiamo imparato a conoscere nel corso del tempo. Liberamente ispirato dalla figura letteraria contraddittoria del Dott. Jekyll e Mr. Hyde, Hulk ha spaccato tutto quello che gli è capitato a tiro dal 1962 ad oggi, militando anche in squadre importanti come quella dei Vendicatori.

Le storie principali che lo riguardano le conosciamo in molti. Ha combattuto contro l’incarnazione psionica di Onslaught, è stato poi esiliato nello spazio dagli Illuminati dando vita alla mini saga Planet Hulk, solo per tornare tempo dopo incazzato come una biscia per portare le World War Hulk direttamente sul pianeta terra (nei suoi panni avremmo fatto peggio, no?). Nel 2008 il gigante di giada si è scontrato con Hulk Rosso, alias Thaddeus “Thunderbolt” Ross, ma questa è stata soltanto una delle prime apparizioni di personaggi alternativi nati ad immagine e somiglianza di Hulk.

Totally Awesome 02

Come la bellissima Betty Ross, prima moglie di Banner, la quale diventa per una serie di eventi She-Hulk Rossa, oppure la cugina Jennifer Walters nei panni di She-Hulk dopo una trasfusione e così via, tornando persino alle origini con un Rick Jones trasformato in Bomba-A.

Quello che invece vediamo pubblicato oggi, alla fine delle Secret Wars (ultimo maxi evento Marvel), è una nuova saga intitolata Il Fichissimo Hulk, nella quale vediamo il passaggio di testimone tra Bruce Banner ed Amadeus Cho.

Cho Time!

Il titolo del volumetto che racchiude i primi quattro numeri della testata lascia ben sperare, non solo per il rimando ad uno dei personaggi che ha accompagnato spesso Hulk nelle sue avventure, ma anche per il fantastico disegnatore che troviamo alle spalle dell’opera, ovvero il talentuoso Frank Cho.

Criticato spesso dalle femministe per le sue giunoniche e prosperose donne, Frank prende il timone di questa nuova incarnazione insieme allo scrittore Greg Pak, dandoci in pasto una storia divertente che tronca di netto un tormentato rapporto a cui gli appassionati sono stati abituati, ovvero quello di Hulk / Banner.

Con Amadeus le cose cambiano radicalmente, abbiamo di fronte un adolescente che cerca di controllare la straordinaria forza del suo alter ego, lasciando comunque spazio a degli atteggiamenti mai visti nelle tavole precedenti a queste. La storia ci mostrerà una serie di avventure leggere che fungono da perfetta presentazione per la nuova incarnazione di Hulk, il quale si troverà a fronteggiare la giunonica Lady Hellbender, prima villain (ma non troppo) che scende sulla Terra per cercare mostri da collezionare. Hulk ha rappresentato, nel corso degli anni, il difficile rapporto con il mostro che ognuno di noi ha dentro, complice anche la maturità di un personaggio che ha subito molteplici complicazioni nella propria vita, che lo hanno portato inevitabilmente ad arrivare quasi verso l’orlo della pazzia.

Hulk è stato un’ancora di salvezza, un pretesto per distruggere ciò che non poteva essere distrutto, mentre oggi lo vediamo alle prese con ormoni impazziti e battute di spirito. Certo, con le femme fatale disegnate da Cho difficilmente qualcuno di noi riuscirebbe a resistere, non è vero? Bisogna comunque ammettere che la lettura scorre veloce, coadiuvata dal buon ritmo impostato da Pak nella stesura del personaggio. Amadeus vive un conflitto interiore meno pressante di Banner e la chiave utilizzata per mostrarci l’inconscio del personaggio fa sorridere, soprattutto quando parla di tenere ben chiuso nel portabagagli il proprio mostro.

Totally Awesome 03

Uno dei personaggi secondari che spiccano di più all’interno del fumetto è Maddie, la sorella di Amadeus, la quale si trova spesso a dover fungere da freno nei momenti più articolati della battaglia, complice del fatto che il fratello si trova a dover gestire questo enorme potere senza averlo mai avuto effettivamente tra le mani. Amadeus sa che Hulk è pericoloso, ed anche nei momenti più pericolosi sarà una fortuna avere nelle vicinanze una voce della coscienza in grado di portarti sulla retta via!

Bruce Banner che fine fa?

La sorte dello scienziato viene spiegata sotto forma di flashback durante la lettura dell’albo, cosa che non tengo a svelarvi al fine di evitare qualsiasi tipo di spoiler. Sappiate solo che le battute durante il passaggio di testimone saranno molto toccanti e che probabilmente dovremo aspettare l’arrivo del nuovo maxi evento Civil War 2, al fine di scoprire anche che fine avrà fatto il povero Bruce Banner, nonchè in quale schieramento verrà coinvolto il giovane Amadeus Cho.

Totally Awesome?

Giudicare un albo come questo non è facile, soprattutto da appassionato e fedelissimo adoratore del personaggio dietro ad Hulk. Le scelte rivoluzionarie che stiamo vedendo con questa nuova All New! All Different Marvel! potrebbero far storcere il naso ai malinconici amanti delle vecchie storie, ma personalmente ho trovato questa incarnazione divertente ed originale. C’è rispetto per la tradizione del personaggio, ma il cambiamento importante a cui stiamo assistendo (guardiamo Cap e Thor, ma in futuro anche Iron Man vedrà un proprio sostituto) ci insegna che una storia può essere contestualizzata anche in una chiave totalmente ironica.

Per me un albo da promuovere a pieni voti, anche se la malinconia e l’attaccamento con il personaggio di Banner si fa sempre sentire lì, in fondo alla mia passione per questo splendido golia verde super incazzato!

Autore dell'articolo: Simone Rampazzi

Videogiocatore sin dalla tenera età, ha cominciato il suo viaggio dalle console di vecchissima generazione per approdare al PC Gaming più estremo. Fedele sostenitore del retrogaming, ama gli RPG e gli RTS e cerca, allo stesso tempo, di diversificare la sua dieta con generi sempre diversi di videogiochi.

Parlane con Playcorner!