Fantacalcio – Guida all’asta – Difensori

Alcuni di voi si chiederanno cosa c’entra il Fantacalcio (rigorosamente con la F maiuscola) con un blog dedicato al mondo nerd/geek.

Beh, il Fantacalcio è (o meglio era, visto che ora è un fenomeno di massa) una roba da nerd quando è nato nel lontano 1988 per mano di Riccardo Albini, fondatore della prima rivista italiani di videogiochi italiana chiamata proprio “Videogiochi” e in seguito K (anch’essa rivista dedicata al mondo dei videogames). D’altronde viene considerato un “Fantasy Sport” creato prendendo ispirazione su un gioco similare dedicato al baseball negli Stati Uniti (Fantasy Baseball).

Ma visto che in Italia siamo 60 milioni di fantallenatori, inutile discutere oltre e veniamo al sodo.

La guida all’asta che vi propongo è studiata per il Fantacalcio classico con rose da 25 giocatori (3 portieri, 8 difensori, 8 centrocampisti, 6 attaccanti) da giocare con gli amici con il sistema di aste. Le uniche novità sono la presenza del modificatore di difesa (necessario sennò i fantallenatori si ritrovano tutti a schierare il 3-4-3, dando poca diversità al gioco) e l’utilizzo del voto statistico in uscita proprio con il regolamento di quest’anno (e oserei dire era ora, basta con i raccomandati che alla minima giocata decente prendevano 7), quindi niente Mantra (che richiede uno studio ancora più complesso che i proplayer di Pokèmon se lo scordano) o altre varianti.

Difensori

Sui difensori c’è un importantissimo preambolo da fare.

Bisogna ricordare che i consigli che sto fornendo sono indirizzati verso un Fantacalcio che utilizza il modificatore di difesa.

Detto questo ogni fantallenatore avrà due scelte: sfruttarlo o meno.

Per usufruire del modificatore di difesa bisogna schierare almeno una difesa a 4 e la media voto del portiere, combinata con quella dei 3 migliori difensori (senza bonus/malus) deve essere uguale o superiore a 6 per avere +1, uguale o superiore a 6,5 per il +3 e uguale o superiore a 7 per il +6, dando la possibilità a volte di fare punteggi elevati senza aver segnato gol.

Se si intraprende questa strada bisogna iniziare a consultare per bene le statistiche dei giocatori degli anni passati e individuare giocatori che hanno almeno il 6,5 facile (e spesso sono difensori che non portano bonus in forma di assist o gol, un esempio su tutti Barzagli).

Molto utile in questa occasione sarà la pagina delle statistiche sempre di Fantagazzetta che però bisogna saper anche leggere per non cadere in stupidi errori.

Ad una prima occhiata, uno potrebbe rimanere folgorato dai numeri di Rugani (che probabilmente quest’anno giocherà spesso) o Tonelli, ma bisogna notare che hanno giocato poche partite e quindi la loro media è molto influenzata dal numero di incontri a cui hanno partecipato.

Quindi bisogna esaminare i giocatori che hanno almeno giocato il 70-75% delle partite (quindi su 38 almeno 26) e non possiamo che accorgerci della stagione assurda che ha fatto l’Atalanta con ben 3 giocatori tra i primi 4 per miglior media voto (da non confondere con la Fantamedia).

Ma non basta solo questo a scegliere chi comprare per la nostra super difesa da modificatore.

Prima di tutto ci sono alcune regole non scritte che conviene magari seguire. Una di queste è quella di non caricare troppo la nostra formazione di giocatori della stessa squadra, questo per evitare che nel caso una partita (o magari parte del campionato) vada male, di ritrovarci affossatti, quindi, per esprimerla con un concetto molto economico, bisogna diversificare il rischio.

Inoltre bisogna anche tenere conto che il ragionamento che stiamo facendo noi, lo faranno magari anche altri fantallenatori e quindi ci si potrebbe ritrovare a pagare prezzi assolutamente fuori mercato per alcuni giocatori (e non siamo il PSG che gioca con il cheat dei soldi infiniti).

Di solito tendo a non comprare neanche difensori della stessa squadra del mio portiere titolare, per evitare grosse imbarcate, tranne casi eclatanti tipo la coppia Buffon-Alex Sandro o Donnarumma-Conti, ma che bisogna considerare che stiamo in realtà comprando portiere e un difensore attivo nella fase offensiva della squadra. Proprio su questo bisogna considerare che utilizzando il voto statistico giocatori come Conti, Alex Sandro e tanti altri terzini offensivi potrebbero vedere la loro mediavoto abbassarsi proprio perchè il voto oggettivo metterà sul piatto della bilancia anche la fase difensiva, non assolutamente all’altezza della loro proprensione ad attaccare (lo stesso Conti l’anno scorso, applicando il voto statistico, perdeva circa mezzo punto sulla media, un’enormità).

Se invece si vuole seguire la strategia del 3-4-3 (quindi maggior peso al reparto offensivo e non sfruttare il modificatore di difesa), la griglia degli incroci dei portieri ritorna utile, infatti i difensori tendono ad avere voti più alti nelle partite casalinghe e quindi, studiando la tabella, si potranno individuare 8 giocatori di squadre di media-bassa classifica da mettere in campo con lo scopo di prendere un voto quanto più vicino al 6, strappando magari qualche bonus con qualche assist o gol (mettendo però già in conto che i difensori di queste squadre, dovendo difendere di più, tendono ad accumulare tanti cartellini).

Finito tutto questo lungo, ma doveroso preambolo, la domanda che viene dopo è: quanto spendere per la difesa?

Se si vuole perseguire la strada del modificatore di difesa credo che almeno un altro 15% del proprio budget (che poi tende sempre a diventare 20% durante l’asta) vada speso in questo reparto, dovendoci assicurare almeno 4 titolari di sicuro rendimento (ad esempio prendere Koulibaly, Conti, Fazio e De Vrij) con 4 panchinari che dovranno assicurarci la titolarità senza perdere troppo nel rendimento (guardando le statistiche dell’anno scorso nomi utili sarebbero giocatori come Acerbi, Silvestre, Samir e Toloi). Come panchinari, se si conoscono bene le intenzioni dell’allenatore, si possono rischiare anche i diretti sostituti del titolare che si ha intenzione di comprare (caso classico dell’anno scorso Ghoulam/Strinic), ma in questo caso si rischia a volte di non avere nessuno dei due in campo e perdere tanti punti per aver giocato in 10.

Se invece la vostra idea è quella di avere 3 difensori da mettere in campo solo per il voto allora potete assegnare anche solo un misero 10% al reparto difensivo e fare i botti a centrocampo e  in attacco.

In tutto questo non bisogna mai scordare l’influenza del portiere che ha su questa scelta: ad esempio prendere Buffon ha, negli ultimi anni, assicurato sempre pochi malus, ma mai grandissimi voti, proprio perchè la difesa della Juventus era abbastanza impenetrabile, rendendo il n° 1 della Nazionale spettatore in tante partite. Da questo punto di vista aver comprato Buffon potrebbe spingerci a giocare con il 3-4-3 visto che il voto del portiere è fondamentale per il modificatore, quindi, per quanto uno possa partecipare all’asta con un’idea ben precisa, potrebbe dover cambiare strategia in corso d’opera. L’importante è non farsi trovare impreparati.

Guida ai Portieri

Guida ai Difensori

Guida ai Centrocampisti

Guida agli Attaccanti

Autore dell'articolo: Giuseppe "Siral" De Luca

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.