Adam Warlock Cover

Chi è Adam Warlock? Diamo voce a un personaggio che arriverà nel MCU!

La maggior parte di noi avrà visto Guardiani della Galassia vol. 2 e si sarà gustato le scene post credits, tra cui la più importante è quella che sicuramente riguarda Adam Warlock.

Nell’ultima delle quattro scene Ayesha dei Sovereign sta pianificando la sua vendetta contro i Guardiani e, di fronte a lei, si intravede la sua arma designata per il compito: un “bozzolone” da cui noi appassionati Marvel sappiamo benissimo cosa uscirà.

bozzolo adam warlock

C’è da dire che non è la prima volta che questo bozzolo fa capolino nel Marvel Cinematic Universe, visto che tra i cimeli del Collezionista si era già potuto osservare qualcosa di molto simile (e lo stesso James Gunn aveva confermato che era un easter egg dedicato proprio ad Adam Warlock).

Proprio in questi giorni lo stesso regista ha iniziato a parlare della presenza di quest’ultimo, nel terzo capitolo del fortunato franchise, grazie ad alcune indiscrezioni ghiotte che vedono aperto il casting per ottenerne la parte. Si era vociferata come possibile scelta quella di Matthew McConaughey ma è stata subito smentita poichè il volto ricercato è quello di una persona giovane (o comunque sbarbatella, visto l’immagine ricorrente nei comics).

A dire il vero Gunn avrebbe voluto Adam Warlock già nel secondo film ma, purtroppo, non è riuscito a trovargli lo spazio adeguato, preferendo rinviarne l’ingresso a data da destinarsi. Sarà quindi lecito vederlo nel terzo capitolo dei Guardiani della Galassia?

In tutto questo bisogna dire che molti appassionati, ma non fans sfegatati dei comics, non conoscono perfettamente il personaggio di Adam Warlock, visto che le storie a lui dedicate sono concentrate soprattutto negli anni ’60 e ’70, con un ritorno in auge un pò più recente negli anni ’90. Volete saperne qualcosa di più?

Come gran parte dei personaggi Marvel nasce dalla penna di Stan Lee e dai disegni di Jack Kirby (di cui ricorre quest’anno il centenario dalla nascita).

adam warlock bozzolo2Appare per la prima volta in un volume dei Fantastici Quattro in forma bozzolo nel 1966 e, un anno dopo, sempre nella testata dedicata ai Fantastici Quattro, si vede la sua forma umanoide.

Originariamente era conosciuto solo come Him (Lui) e solo nel 1972 acquisirà il nome di Adam Warlock grazie a Roy Thomas, che ha avuto un ruolo importante nel rilancio del personaggio.

Ma l’autore a cui si lega la fortuna del personaggio è sicuramente Jim Starlin che, rientrato da poco nella Marvel senza avere più la possibilità di scrivere per Captain Marvel, aveva deciso nel 1975 di iniziare a scrivere delle storie su Adam Warlock per continuare il suo percorso “messia” già iniziato con lo stesso Captain Marvel.

Il grande ruolo arriva all’inizio degli anni novanta con l’inserimento del personaggio nella famosissima saga “Il Guanto dell’Infinito” (dove è presente il suo antagonista storico, il titano Thanos, anche se nel corso degli anni i due collaboreranno svariate volte) e in seguito la sua presenza sarà costante in molte delle saghe cosmiche degli anni a venire.

Proprio dalla penna di Starlin nasce la saga della Rivelazione dell’Infinito (e seguiti). Ancora una volta Thanos e Warlock si uniranno in una grande avventura cosmica in cui si ritroveranno ad affrontare Annihilus che vuole invadere l’universo positivo dalla Zona Negativa.

A causa della convergenza di due universi (uno dei quali verrà assorbito da Adam, conferendogli i poteri di Eternità e Infinito, due delle entità cosmiche più potenti del creato), Warlock si ritrova ad avere poteri al di fuori di ogni immaginazione. Anche se catturato e intrappolato da Annihilus, che lo sfrutta come fonte di energia per portare avanti la sua invasione, al suo risveglio distrugge –involontariamente– l’intero universo e si ritrova da solo a fluttuare nel vuoto.

Grazie ai nuovi poteri acquisiti riesce a riportare in vita Thanos che gli consiglia di incontrare il Supremo (l’entità cosmica più potete dell’universo) per chiedergli di ricreare l’universo appena distrutto. Il Supremo accetta, a patto però che Adam diventi il nuovo Tribunale Vivente. A questo punto è Thanos stesso a chiedere, al nuovo Tribunale Vivente, di restituire la vita al Warlock pre-convergenza, facendolo quindi tornare in vita per riunirsi al suo amico Pip il Troll, il quale non l’aveva mai abbandonato in tutte le sue avventure.tribunale vivente

Come è ben chiaro le storie che riguardano Adam Warlock non sono assolutamente quelle a cui siamo abituati con i classici supereroi Marvel. La gamma di poteri che accompagnano questo personaggio, fin dalla sua prima apparizione, sono di tutt’altro livello rispetto a quelli che potremmo trovare nei Vendicatori (ed infatti in una delle sue prime apparizioni, quando era ancora Him, sconfigge facilmente Thor, considerato da sempre uno dei più potenti eroi presenti sulla Terra).

A parte forza, velocità e resistenza sovrumana, quello che caratterizza il personaggio sono i poteri di manipolazione dell’energia cosmica (utilizzata per il volo e la rigenerazione, attraverso l’uso del bozzolo). Durante la saga con l’Alto Evoluzionario entra in possesso anche della Gemma dell’Anima che aumenta a dismisura i suoi poteri (ma che lo porterà alla follia e trasformarlo in Magus, un supercriminale dagli enormi poteri a capo della Chiesa Universale della Verità), ma proprio nella saga dell’Infinito di Starlin arriva ad avere poteri praticamente illimitati (avendo assorbito quelli di Eternità e Infinito) come dimostra la sua capacità di distruggere l’intero universo in un istante.

Vista la mole dei poteri di cui dispone, è difficile capire come Gunn vorrà inserire Warlock all’interno del terzo volume dei Guardiani della Galassia, ma di sicuro il suo ruolo sarà di fondamentale importanza nell’imminente scontro contro Thanos nei film di Infinity War.

 

 

 

Autore dell'articolo: Giuseppe "Siral" De Luca

Spazia in tutti i campi dell'universo nerd: videogiochi, comics, manga, serie tv, board game, GDR senza tralasciare una vera e propria ossessione per il calcio (e il fantacalcio) e altri sport in maniera minore. Cosplayer a tempo perso, talvolta si ricorda anche di lavorare e molto più raramente di dormire.